Rischio e sicurezza ponti esistenti: Il testo delle nuove linee guida

Pubblicate le nuove Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti

di Redazione tecnica - 29/08/2022
© Riproduzione riservata
Rischio e sicurezza ponti esistenti: Il testo delle nuove linee guida

Successivamente alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 196 del 23 agosto 2022 del Decreto 1 luglio 2022, n. 204 del Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili recante “Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti”, il testo integrale dell’allegato facente parte integrante del decreto stesso è stato pubblicato sul sito istituzionale del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, alla pagina dedicata e viene da noi riportato integralmente unitamente agli allegati ed alle appendici.

Entrata in vigore

Il decreto unitamenete agli allegati è entrato in vigore il 24 agosto 2022.

Sospesa la prima procedura di registrazione

Ricordiamo che la procedura di registrazione del decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili del 3 dicembre 2021, n. 493, che adottava le Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti, anche in relazione ai ponti, viadotti, rilevati, cavalcavia e opere similari esistenti lungo infrastrutture stradali gestite da enti diversi da Anas S.p.a. o da concessionari autostradali, era stata sospesa dalla Corte dei conti in fase di controllo, in attesa di conoscere l’esito del giudizio poi definito dal TAR Lazio con sentenza 18 marzo 2022, n. 313.

Il nuovo decreto 1 luglio 2022 è stato, invece, registrato alla Corte dei Conti il il 25/07/2022 con il n. 2199

Sentenza del TAR Lazio

In funzione della sopravvenuta sentenza del TAR Lazio n. 3132/2022 (leggi articolo), il MIMS ha ritenuto corretto rinnovare la procedura di adozione delle Linee guida adottate con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, 17 dicembre 2020, n. 578 e quindi di adottare un unico decreto di adozione delle Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti, anche in relazione ai ponti, viadotti, rilevati, cavalcavia e opere similari esistenti lungo infrastrutture stradali gestite da enti diversi da Anas S.p.a. o da concessionari autostradali.

Le nuove Linee guida di cui all’Allegato A al nuovo decreto 1 luglio 2022 sono adottate anche in relazione ai ponti, viadotti, rilevati, cavalcavia e opere similari esistenti lungo infrastrutture stradali gestite da enti diversi da Anas S.p.a. o da concessionari autostradali.

Istruzioni operative

Con decreto del Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, su proposta di Ansfisa, per l’applicazione generale da parte di tutti i gestori dei ponti esistenti, compresi Anas S.p.a. e i concessionari autostradali, sono altresì adottate, entro trenta giorni dalla data di emanazione del decreto e, quindi, entro il 23 settembre 2022, le «Istruzioni operative per l’applicazione delle Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti».

Entrata in vigore delle linee guida

Le nuove Linee guida dovranno essere applicate entro i termini riportati nella tabella 8.1 dell’allegato A al decreto stesso e, quindi con tempi variabili tra il 30/06/2023 ed il 31/12/2026 in funzione della titolarità delle strade ed autostrade suddivisa in “Concessioni autostradali”, “Anas S.P.A.”, “Regioni, Province, Città Metropolitane”, “Comuni con resid. > 15.000” e “Comuni con resid. ≤ 15.000”

Documenti Allegati