Professioni tecniche, INPS assume 38 ingegneri e architetti

L'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale mette a bando 38 posti a tempo indeterminato per l'area tecnico-edilizia. Ecco come presentare domanda

di Redazione tecnica - 03/11/2022
© Riproduzione riservata
Professioni tecniche, INPS assume 38 ingegneri e architetti

38 posti a tempo indeterminato nell’area tecnico-edilizia, riservati a ingegneri e architetti: è questo l’oggetto del bando di concorso dell’INPS, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 ottobre 2022, 4° Serie Speciale Concorsi ed Esami, n. 86, e per cui è possibile presentare domanda fino alle ore 16.00 del 28 novembre 2022.

Selezione ingegneri e architetti: il concorso INPS

Come si legge nel bando, INPS seleziona 22 ingegneri elettrici e meccanici e 16 ingegneri civili, edili ed architetti che verranno destinati alle diverse sedi regionali e alla direzione generale.

Alla selezione possono partecipare i soggetti che, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • per la selezione A (ingegnere elettrico e ingegnere meccanico): diploma di laurea in Ingegneria elettrica o Ingegneria meccanica conseguito secondo l’ordinamento previgente al DM 509/99 o titoli equipollenti o equiparati. È richiesta l’attestazione dell’equivalenza nel caso di titoli conseGuiti all’estero;
  • per la selezione B (ingegneri civili, edili ed architetti): diploma di laurea in Architettura, Ingegneria civile, Ingegneria edile o Ingegneria edile-Architettura conseguito secondo l’ordinamento previgente al DM 509/99 o titoli equipollenti o equiparati.

In entrambi i casi è richiesta l’iscrizione all’Albo professionale dell’ordine degli ingegneri o degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori o avere titolo a detta iscrizione.

Presentazione delle domande e procedura concorso

La domanda di partecipazione va presentata telematicamente mediante SPID, CNS oppure CIE compilando l’apposito modulo ed utilizzando la specifica applicazione disponibile sul sito INPS entro le ore 16:00 del 28 novembre 2022. Dopo l’invio, il candidato deve stampare la domanda protocollata, firmarla e consegnarla nel luogo e nel giorno stabilito per lo svolgimento della prima prova scritta ovvero dell’eventuale preselezione.

La procedura di concorso si articola nelle seguenti fasi:

  • a) una prova scritta, il cui superamento costituisce requisito di accesso alla prova orale;
  • b) una fase di valutazione dei titoli;
  • c) una prova orale.

La prova scritta consisterà nella soluzione di una serie di quesiti a risposta multipla e avrà ad oggetto argomenti relativi alla legislazione, norme tecniche, teoria, tecnica e procedure afferenti alle seguenti materie:

  • per la selezione A:
    • disciplina dell’attività contrattuale della pubblica amministrazione: programmazione, progettazione, espletamento procedure di affidamento, esecuzione e del collaudo;
    • pratica tecnico-amministrativa e contabilità nella condotta delle opere pubbliche - funzioni, compiti e responsabilità dei diversi ruoli;
    • salute e sicurezza sui luoghi di lavoro con particolare riferimento ai cantieri;
    • prevenzione incendi;
    • impianti elettrici e speciali nell’edilizia civile;
    • impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili in edilizia civile;
    • impianti termici e meccanici;
    • impianti idrico-sanitari;
    • impianti ascensori e montacarichi;
    • impianti di rilevazione e spegnimento incendi;
    •  fisica tecnica - prestazione ed efficienza energetica nell’edilizia.

per la selezione B:

  • disciplina dell’attività contrattuale della pubblica amministrazione: programmazione, progettazione, espletamento procedure di affidamento, esecuzione e del collaudo;
  • pratica tecnico-amministrativa e contabilità nella condotta delle opere pubbliche - funzioni, compiti e responsabilità dei diversi ruoli;
  • salute e sicurezza sui luoghi di lavoro con particolare riferimento ai cantieri;
  • prevenzione incendi; tecnica delle costruzioni - norme tecniche per le costruzioni decreto ministeriale 17 gennaio 2018;
  • legislazione in materia di vulnerabilità sismica;
  • geotecnica, fondazioni e muri di sostegno;
  • estimo immobiliare;
  • legislazione urbanistico-edilizia e regime dei procedimenti abilitativi/autorizzativi;
  • codice dei beni culturali e del paesaggio;
  • catasto fabbricati e terreni;
  • progettazione architettonica per uffici strutturati e strutture ricettive a destinazione sociale- standard, ergonomia e accessibilità.

La prova sarà valutata in trentesimi e il punteggio minimo per l’ammissione alla fase successiva è di 21/30.

Valutazione dei titoli

Saranno attribuiti i seguenti punteggi in relazione ai titoli posseduti, dichiarati in domanda, fino ad un massimo di 15 punti:

  • titoli formativi e professionali
    • uno o più dottorati di ricerca in materie afferenti a quelle di esame: punti 4;
    • uno o più diplomi di specializzazione post lauream in materie afferenti a quelle di esame: punti 3;
    • uno o più diplomi di master di II livello in materie afferenti a quelle di esame: punti 2,5;
    • iscrizione in corso di validità nell’elenco del Ministero degli interni professionisti antincendio (D.M. 5 agosto 2011): punti 1,5;
    • abilitazione in corso di validità, rilasciata ai sensi del decreto legislativo n. 81/2008 e successive modificazioni ed integrazioni, per coordinatore per la sicurezza nei cantieri: punti 1,5.
  • certificati in corso di validità, rilasciati da organismi di certificazione accreditati:
    • Project Manager certificato, norma UNI 11648: punti 2,0;
    • Esperto gestione energia certificato, norma UNI CEI 11339: punti 2,0;
    • BIM Manager certificato, norma UNI 11337-7: punti 1,5;
    • Esperto di valutazione immobiliare avanzato UNI 11558:2014: punti 1,5;
  • altri certificati per figure professionali attinenti alle competenze richieste dal presente bando, in corso di validità, rilasciati da organismi di certificazione accreditati e per i quali il candidato risulti iscritto nelle apposite banche dati dell’Ente unico italiano di accreditamento Accredia o di analoghi enti di altri paesi comunitari in base al regolamento CE 765/2008 e alla norma internazionale ISO/IEC 17011: punti 1,5.

Prova orale

Sono ammessi a partecipare alla prova orale i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30 nella prova scritta. Essa verterà oltre che sulle materie oggetto della prova scritta, anche su nozioni in materia di ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, sui principi normativi in materia di trasparenza, anticorruzione e privacy; verrà anche valutata la conoscenza ella lingua inglese, con particolare riferimento alle conoscenze linguistiche in ambito tecnico, e dell’uso delle applicazioni informatiche più diffuse nell’esercizio della professione di ingegnere ed architetto.

Nell’ambito della prova orale potranno essere discussi anche casi pratici. Anche in questo caso la valutazione finale è espressa in trentesimi. Superano la prova i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30.

I vincitori, salva la possibilità di trasferimenti d’ufficio nei casi previsti dalla legge, sono soggetti all’obbligo di permanenza nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni, con un periodo di prova della durata di sei mesi di effettivo servizio, ai sensi del vigente contratto collettivo di lavoro.

Documenti Allegati