Revisione prezzi: cosa fare in assenza di clausole obbligatorie?

Per i contratti stipulati a cui non si applica il d.l. 4/2022 quale strumento può essere utilizzato dalla stazione appaltante per contrastare il caro materiali? Ecco la risposta dell'esperto

© Riproduzione riservata
Revisione prezzi: cosa fare in assenza di clausole obbligatorie?

Per i contratti stipulati a cui non si applica il D.L. n. 4/2022 (clausola revisione prezzi obbligatoria) quale strumento può essere utilizzato dalla stazione appaltante per contrastare il caro materiali?

L'esperto risponde

In assenza di clausole revisione prezzi all’interno dei contratti, è possibile applicare i rimedi generali previsti dall’ordinamento che, facendo leva sul principio di buona fede nei rapporti negoziali tra le parti, impongono alle stesse di dialogare al fine di individuare le soluzioni migliori per mantenere inalterato lo squilibrio venutosi a creare per via dell’aumento incontrollato e imprevisto dei prezzi.

Nel caso in cui una soluzione non sia rintracciabile, resta aperta la possibilità di risolvere il contratto per eccessiva onerosità sopravvenuta ai sensi dell’art. 1467 c.c.

Accedi alla sezione "L'esperto risponde" e invia i tuoi quesiti sul caro materiali negli appalti pubblici.