Ritardato adempimento esecuzione appalto: calcolo penali

Il MIMS spiega come calcolare la penale per ritardato adempimento in caso di variante di esecuzione di appalto

di Redazione tecnica - 01/11/2021
© Riproduzione riservata
Ritardato adempimento esecuzione appalto: calcolo penali

Ritardato adempimento e calcolo penali: in caso di varianti in corso di esecuzione dell’appalto, l’importo dovuto va stabilito in relazione all’importo netto contrattuale iniziale o su quello rideterminato a seguito dell’approvazione delle varianti in aumento e/o in diminuzione?

Ritardato adempimento: calcolo penali in caso di varianti di esecuzione

Il ricalcolo delle penali è al centro di un interessante quesito proposto da un operatore economico al Supporto Giuridico del Servizio Contratti Pubblici del Ministero per le Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili (MIMS) e che richiama l’art. 113-bis del D.Lgs. n. 50/2016 (Codice dei Contratti Pubblici).

In particolare, il comma 4 della norma stabilisce che “I contratti di appalto prevedono penali per il ritardo nell’esecuzione delle prestazioni contrattuali da parte dell’appaltatore commisurate ai giorni di ritardo e proporzionali rispetto all’importo del contratto o alle prestazioni del contratto. Le penali dovute per il ritardato adempimento sono calcolate in misura giornaliera compresa tra lo 0,3 per mille e l’1 per mille dell’ammontare netto contrattuale, da determinare in relazione all’entità delle conseguenze legate al ritardo, e non possono comunque superare, complessivamente, il 10 per cento di detto ammontare netto contrattuale”.

Da qui il dubbio: considerato che in corso di esecuzione dell'appalto può verificarsi che siano approvate varianti in aumento e/o in diminuzione che modificano l'importo del contratto, la penale va sempre e comunque calcolata in relazione all'importo netto contrattuale iniziale oppure il calcolo va rimodulato considerando l'importo netto contrattuale così come rideterminato a seguito dell'approvazione delle varianti?

Calcolo penali a seguito varianti esecuzione appalto: cosa fare

La risposta del parere n. 978/2021 è stata chiara: l’art. 113-bis del Codice si riferisce all’ “ammontare contrattuale” e “ammontare” è un concetto che si può riportare a quello di somma. Pertanto l’importo da prendere in considerazione per il calcolo della penale per ritardato adempimento è quello risultante dopo la somma (algebrica) di eventuali varianti o modificazioni.

Documenti Allegati