Superbonus 110% e Certezza pagamenti: come funziona in Sicilia?

Procedimenti edilizi e competenze professionali, la dichiarazione sul pagamento dell’onorario nella Regione Siciliana dopo la della Legge n. 23/2021

di Donatella Salamita - 22/09/2021
© Riproduzione riservata
Superbonus 110% e Certezza pagamenti: come funziona in Sicilia?

Con la pubblicazione nel Supplemento Ordinario n. 1 alla G.U.R.S. n.35 del 13 agosto 2021 della Legge Regionale n. 23 del 6 agosto 2021 rubricata “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 10 agosto 2016, n.16. Disposizioni varie in materia di edilizia ed urbanistica” viene rivisto l’aspetto inerente l’avvenuto pagamento delle spettanze professionali nei procedimenti edilizi.

Le "spettanze" dovute ai professionisti nella Regione Siciliana

L’art. 31 “Documentazione relativa alle spettanze dovute ai professionisti per le procedure di rilascio dei titoli abilitativi viene regolamentato secondo vari aspetti.

Al c.1 si dispone il rilascio dei titoli abilitativi per la realizzazione degli interventi edilizi in genere, o verosimilmente la loro efficacia, siano essi titoli di natura comunale o di competenza di altri organi o enti, si vincoli alla dimostrazione del pagamento della prestazione professionale da parte del committente.

Prestazione il cui importo dovrà essere preventivamente concordato tra il professionista ed il committente ai sensi dell’art.9, c.4 del D.L. n.1 del 24 gennaio 2012, convertito con modifiche dalla L. n.27 del 24 marzo 2012 e ss. mm. ed ii.

Nella fattispecie se parliamo di titolo abilitativo, giusto cenno fatto sopra, includiamo tutti quei processi comportanti opere intellettuale resa dal professionista o tecnico abilitato come incaricato dal soggetto avente titolo sull’immobile oggetto di interventi, ed in particolare, ci riferiamo alle asseverazioni ed alle dichiarazioni finalizzate alla “legittima” realizzazione degli interventi “in progetto”.

Precedentemente si deve risalite all’anno 2019 per poter evincere a livello regionale quale norma abbia disciplinato lo stesso aspetto, attiene, infatti, il saldo delle spettanze professionali, l’art.19 della L.R. n.1 del 22 febbraio 2019, in particolare il c.2, alla stregua del quale gli sportelli unici per l’edilizia dei Comuni dell’Isola adottarono il modello dedicato.

Il modello di dichiarazione

La L.R. 23/2021, art. 31, prevede al c.2 il professionista abilitato debba rendere Dichiarazione sull’avvenuto pagamento dei compensi pattuiti per contratto o atto equipollente, ai sensi dell’art.47 del d.P.R. n.445 del 28 dicembre 2000, norma, quindi, corredata dell’ALLEGATO “A” con onere di sottoscrizione da parte del professionista.

Il modello, diverso dal precedente, forma, indi, parte integrante e sostanziale del titolo abilitativo edilizio, sia esso CILA, SCIA, Permesso di Costruire o SCIA in alternativa al Permesso di Costruire in merito ai procedimenti amministrativi comunali, lo stesso accompagnerà ulteriori progetti, procedimenti e/o pratiche assoggettate al rilascio di eventuali Atti di Assenso, quali Autorizzazioni, Nulla Osta o Pareri di competenza di organi o enti diversi dal Comune, è questo il caso nel quale occorre conseguire abilitazioni, ad, esempio, dall’Ufficio del Genio Civile, o dalla Sopraintendenza o dall’Ispettorato Forestale o, ancora, da parte di ulteriori organi o enti.

La dichiarazione, resa ai sensi dell’art.47 d.P.R. 445/2000, diviene atto integrante e sostanziale da trasmettere contestualmente alle comunicazioni, segnalazioni o richieste del permesso di costruire, così come ad ogni altro titolo.

La norma chiaramente esplica anche circa le comunicazioni trasmesse a lavori effettuati, quali l’ultimazione delle opere, Relazione a Struttura Ultimata, di cui all’art.6 L.1086/1971, Collaudo Statico di cui all’art.7 stessa norma, come inglobata nel d.P.R. 380/2001, ed, anche se non espressamente citato, in riferimento al Certificato di Regolare Esecuzione reso dal Direttore dei Lavori per gli interventi locali e di riparazione di cui al c.8-bis art.67 d.P.R.380/2001, correderà anche la Segnalazione Certificata di Agibilità di cui all’art.24 del Testo Unico per l’Edilizia.

Il tecnico, in riferimento al mandato egli conferito, avrà onere di fare riferimento all’avvenuto pagamento da parte del cliente provando esso sia stato effettuato con mezzo tracciabile.

L’art.31 non tralascia, al c.4, il caso nel quale il professionista venga sostituito  dal Committente, disponendo dover allegare la medesima dichiarazione, Allegato “A”, alle pratiche trasmesse dal tecnico subentrante, finalizzata a dimostrare il tecnico “surrogato” sia stato compensato. Obbligo che viene a cessare se tra il soggetto titolare del procedimento edilizio ed il precedente tecnico sia insorto contenzioso.

Il pagamento per i servizi tecnici relativi al Superbonus 110%

La novità introdotta dal legislatore attiene i procedimenti finalizzati all’ottenimento delle agevolazioni fiscali di cui al D.L. n. 34 del 19 maggio 2020, convertito con modifiche dalla L. n.77 del 17 luglio 2020 e ss. mm. ed ii., il cosiddetto “Superbonus 110%”.

Essendo previsto nei contenuti dell’art. 121 della superiore norma l’esercizio dell’opzione per la cessione del credito o dello sconto in fattura in luogo delle detrazioni fiscali, il tecnico non in tutti i casi potrà rendere dichiarazione circa l’avvenuto pagamento delle spettanze, laddove lo stesso applichi Sconto in Fattura o si avvalga dell’opzione Cessione del Credito alla quale aderisce lo stesso committente.

Rientrando gli oneri professionali nel contesto degli importi assoggettati all’incentivo, il legislatore siciliano norma l’aspetto disponendo, al c.5 dell’art.31, che per gli interventi di cui agli artt. 119 e 121 del D.L.34/2020,  deroga ai c.mi 1 e 2 stesso disposto.

Il committente, se non assolve preliminarmente al pagamento dell’onorario professionale, dovrà trasmettere all’amministrazione dichiarazione ai sensi dell’art.47 d.P.R. 445/2000, a corredo del progetto e/o del procedimento edilizio, pena l’invalidità del titolo stesso.

Per la stessa dichiarazione è previsto il professionista la sottoscriva a dimostrazione del suo ricevimento.

Nello specifico il documento attiene il riconoscimento del “debito” del committente nei confronti del professionista in relazione alle somme costituenti l’onorario professionale, quest’ultimo preliminarmente concordato in sede di sottoscrizione tra le parti di un contratto o atto equipollente, ovverosia eventuale scrittura privata o Conferimento Incarico Professionale.

Rendendo l’atto dichiarativo il Committente, nei contenuti del medesimo, assume obbligo secondo il quale si impegna a saldare l’onorario professionale laddove il procedimento mirato all’ottenimento del beneficio fiscale dovesse concludersi, non andare a buon fine per iniziativa dello stesso committente o per sopravvenuti motivi ostativi che on possano essere attribuibili al professionista.

Nei casi in cui, invece, il tecnico abbia ricevuto acconti la stessa dichiarazione sarà accompagnata da quella prevista ai commi 1 e 2 art.31 L.R. 23/2021, ovvero l’Allegato “A”,  con il quale il professionista attesta il versamento dei citati acconti.

La dichiarazione di avvenuto pagamento: il modulo Allegato A

Fedelmente riprodotto dal modello allegato alla L.R. 23/2021, il modulo si correda della copia fotostatica o digitale del documento di riconoscimento del Professionista.


ALLEGATO A

Pratica edilizia _______ del __/___/_______ Protocollo _______ 
Al Comune di _______ Ufficio del _______

 

DICHIARAZIONE DI AVVENUTO PAGAMENTO
(D.P.R. N.445 DEL 28 DICEMBRE 2000)

 

Il/La sottoscritto/a _______ nato/a _______ il _______ residente a _______ in Via _______ n. _______ C.F. _______ iscritto al Collegio/Ordine _______ al n. _______ in qualità di _______ dell’immobile sito in _______ Via _______ n. _______ Foglio n. _______ map. _______ sub. _______ sez. _______ sez. urb. _______ di proprietà del Sig/ra _______ nato/a a _______ il _______ residente a _______ in Via _______ n. _______ C.F. _______;

consapevole delle sanzioni penali previste dall’articolo 76 del d.P.R. 445/2000, nel caso di mendaci dichiarazioni, falsità negli atti, uso o esibizione di atti falsi, contenenti dati non più rispondenti a verità

DICHIARA

Che, in conformità alla normativa vigente, è stato effettuato il pagamento delle correlate spettanze da parte del committente inerenti all’attività di C.I.L.A., S.C.I.A., P.D.C., S.C.A. e altri atti di assenso.

Luogo e data _______

Il Professionista _______


La dichiarazione per le spettanze professionali nei procedimenti di cui agli artt.119 e 121 D.L. 34/2020

Il modello elaborato secondo il dettame di cui al c.5 art.31 L.R. 23/2021.


Al Comune di ______ Ufficio del ______ Pratica edilizia ______ del ______ Protocollo ______

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
(d.P.R. N.445 del 28 dicembre 2000)

Il sottoscritto ______ nato a _____ il _____, residente a _____ in via _____ n. ___, C.F. ______, in  qualità di proprietario dell’immobile sito in  _____, Via _____, n. ____, Foglio  n. ____, map. ___, sub. ____, sez. ____, sez. urb. _____, titolare del Progetto per _____ in relazione al quale ha conferito formale incarico al Ing./Arch./Geom. ____________, nato a ________, il _______, residente a _______________, in Via ___________, n. ___, C.F. _____________, iscritto/a all’Ordine/Collegio di ________ al n. ___, progettista e direttore dei lavori (o altro),

consapevole delle sanzioni penali previste dall’articolo 76 del d.P.R. 445/2000, nel caso di mendaci dichiarazioni, falsità negli atti, uso o esibizione di atti falsi, contenenti dati non più rispondenti a verità, in conformità alla normativa vigente di cui all’art.31 c.2 della L.R. n.1 del 22/02/2019, circa il pagamento delle spettanze al professionista,

DICHIARA

ai sensi del c.5 art.31 L.R. n.23 del 06/08/2021, in deroga a quanto previsto dai c.mi 1 e 2 stesso disposto,  e limitatamente ai procedimenti inerenti gli interventi di cui agli artt. 119 e 121 D.L. 34/2020, il riconoscimento del debito nei confronti del professionista circa le spettanze dovute ai sensi del D.M. 2016 (cd. Decreto Parametri), come computate a parte.

A tal fine il sottoscritto ______ assume l’impegno a corrispondere l’onorario dovuto anche nel caso in cui la procedura si dovesse interrompere per sua iniziativa o per sopravvenuti impedimenti non imputabili al professionista.

Luogo e data ______

Il dichiarante ______

Il Professionista
per ricevuta ed accettazione ______

Allegati: copia del documento di riconoscimento del Dichiarante e del Professionista

Nota: “Legge Regione Sicilia n. 23 del 6/08/2021, pubblicata nel S.O. n. 1 della G.U.R.S. n.35 del 13/08/2021”

Art. 31 - Documentazione relativa alle spettanze dovute ai professionisti per le procedure di rilascio dei titoli abilitativi”


Il contratto o l’atto equipollente per il conferimento di incarico professionale

Segue bozza accordo tipo in materia di prestazioni professionali tra Committente e Professionista


CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE
SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA

(art. 9, c. 4 D.L. n.1 del 24/01/2012 conv. con mod. dalla L. n.27 del 24/03/2012 e ss.m.ii.)

Il sottoscritto _____________, nato a _______, il __________, residente a ________, in via _________ n. ___, C.F. _________________, in  qualità di proprietario dell’edificio sito in  _________, Via __________, n. __, censito in Catasto al foglio di mappa __, particella ____, sub. ___, Sez .___, d’ora in avanti “Committente”

Dovendo realizzare gli interventi di ______, ai sensi degli artt. 119 e 121 del D.L. 34/2020 come convertito con modifiche dalla L.77/2020 e ss.mm. ed ii.”

CONFERISCE INCARICO PROFESSIONALE

Al Ing./Arch/Geom. ______, che lo accetta, nato/a a ______, il ________, residente a _____________, in Via ______________, n. ___, con Studio Tecnico in ______, via ______, n. ___, C.F. ______, iscritto/a all’Ordine/Collegio dei ______ di ______ al n ._____, d’ora in avanti “Professionista”

Ciò premesso le parti concordano quanto segue.

Art.1 – Prestazione professionale

  • Il professionista eseguirà le seguenti prestazioni professionali:
  • Rilievo stato di fatto;
  • Studio di fattibilità circa l’accesso agli incentivi di cui al Decreto Rilancio, cd. “Superbonus 110%”
  • Progettazione;
  • Computo Metrico;
  • Direzione lavori, misura e contabilità, sia per Stati d’Avanzamento Lavori, che complessiva;

Quanto oggetto del mandato professionale dovrà essere omni-comprensivo delle prestazioni come da legge previste e reso, dal professionista,  completo in ogni sua parte.

Art.2 – Determinazione corrispettivo

Il  compenso  professionale sarà omni-comprensivo degli oneri e delle contribuzioni alla cassa professionale.

Il corrispettivo è stato determinato mediante applicazione dei parametri di cui al Decreto del Ministero della Giustizia 17/06/2016 “Approvazione delle tabelle dei corrispettivi commisurati al livello qualitativo delle prestazioni di progettazione adottato ai sensi dell’art.24, c.8 del D. Lgs 50/2016”.

Il corrispettivo, secondo classificazione della prestazione professionale relativa ai servizi resi, non è stato calcolato contabilizzando parametri conducenti ad un importo superiore a  quello  derivante  dalla loro applicazione.

Il  Professionista renderà edotto il Committente circa il grado di complessità del presente incarico, fornendo tutte  le  informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento  fino alla conclusione dell'incarico.

In tutti i casi la misura del compenso è stata previamente resa nota al Committente, con un preventivo di massima, adeguato all'importanza dell’opera, pattuito secondo indicazione delle singole prestazioni.

Art.3 – Polizza professionale

Il professionista indicherà, altresì, i dati  della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale.

Art.4 – Assunzione impegno al pagamento ai sensi dell’art.31 c.5 L.R. 23/2021

Ai sensi dell’art.31 c.5 L.R. 23/2021 le parti concordano, in deroga a quanto previsto dai c.mi 1 e 2 stesso disposto,  trattandosi di prestazione professionale nell’ambito del procedimento inerente interventi di cui agli artt. 119 e 121 D.L. 34/2020, convertito con modifiche dalla L.77/2020 e ss.mm. e ii., il riconoscimento del debito da parte Committente nei confronti del professionista circa le spettanze professionali.

A tal fine il Committente si assume l’impegno a corrispondere l’onorario dovuto anche nel caso in cui la procedura si dovesse interrompere per sua iniziativa o per sopravvenuti impedimenti non imputabili al professionista.

Luogo e data  ______

Il Committente ______

Il Professionista  ______

Allegati: copia del documento di riconoscimento del Dichiarante e del Professionista


Il testo dell’art.31 L.R. 23/2021 “Documentazione relativa alle spettanze dovute ai professionisti per le procedure di rilascio dei titoli abilitativi”

c.1 - Il rilascio dei titoli abilitativi, siano essi di parte (CILA, SCIA) che di ufficio (PDC), e di ogni altro provvedimento relativo ad atti di assenso, è subordinato al pagamento delle spettanze per le prestazioni professionali svolte in favore dei richiedenti i titoli abilitativi di cui alla legge regionale 10 agosto 2016, n. 16 e successive modificazioni, e concordate nel contratto, o atto equipollente, sottoscritto tra professionista e committente ai sensi dell’articolo 9, comma 4 del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, e successive modificazioni.

c.2 - Le dichiarazioni sull’avvenuto pagamento dei compensi pattuiti per contratto o atto equipollente, rese ai sensi dell’articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, come da modulo allegato alla presente legge (Allegato A), sottoscritte dai professionisti a vario titolo incaricati per la progettazione o per altre attività svolte, costituiscono parte integrante della comunicazione, segnalazione o richiesta di titolo abilitativo da trasmettere unitamente al modello unificato di presentazione della documentazione relativa ai titoli edilizi e alla modulistica di presentazione per il rilascio di ogni altro provvedimento relativo ad atti di assenso, ivi compresi quelli rilasciati dagli uffici del genio civile, dalle Soprintendenze per i beni culturali ed ambientali dal comando Corpo forestale.

c. 3 - Alla comunicazione di fine lavori, alla relazione a strutture ultimate, alla relazione di collaudo e alla segnalazione certificata di agibilità (SCA) relativa ai titoli abilitativi di cui al comma 1 devono essere allegate analoghe dichiarazioni, rese ai sensi dell’articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000, sottoscritte dai professionisti a vario titolo incaricati per le attività svolte in corso di esecuzione dei lavori e per tutte le altre attività successive e necessarie ad asseverare l’agibilità. La dichiarazione del professionista contiene il riferimento all’avvenuto pagamento con mezzi tracciabili.

c. 4 - Le dichiarazioni di cui al presente articolo rese dai professionisti a vario titolo incaricati, sostituiti dal committente per qualunque ragione, sono allegate contestualmente alla comunicazione dei professionisti subentrati a vario titolo incaricati, fatta salva la produzione di atti giudiziari che dimostrino un contenzioso in essere fra il committente e il professionista.

c. 5 - Limitatamente ai procedimenti inerenti agli interventi di cui agli articoli 119 e 121 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, in deroga a quanto previsto dai commi 1 e 2, ove il committente non abbia già corrisposto integralmente il compenso dovuto, l’amministrazione, ai fini del rilascio dei titoli abilitativi o autorizzativi, acquisisce una dichiarazione scritta del committente, controfirmata per ricevuta dal professionista, con la quale il primo riconosce di essere debitore nei confronti del secondo delle spettanze pattuite per contratto o atto equipollente. Con tale dichiarazione il committente assume l’impegno a corrispondere le spettanze dovute anche nel caso in cui la procedura si dovesse interrompere per sua iniziativa o per sopravvenuti impedimenti non imputabili al professionista. Laddove siano stati corrisposti acconti, l’Amministrazione acquisisce, altresì, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del professionista attestante il pagamento degli stessi.