Superbonus rafforzato: valido anche per restauro e risanamento?

Il Fisco chiarisce se il superbonus rafforzato previsto per gli edifici nei Comuni con stato di emergenza può essere fruito in caso di restauro e risanamento

di Redazione tecnica - 07/10/2021
© Riproduzione riservata
Superbonus rafforzato: valido anche per restauro e risanamento?

Superbonus 110% rafforzato su un edificio unifamiliare ubicato in un Comune che rientra nell'elenco di quelli dichiarati con "stato di emergenza" a seguito di evento sismico del 2012. È possibile fruire dell’aumento del 50% del massimale previsto dai commi 4-ter e 4-quater dell’art. 119 del Decreto Legge n. 34/2020 (Decreto Rilancio)?

Superbonus rafforzato: nuova risposta dell’Agenzia delle Entrate

A rispondere alla domanda ci ha pensato l’Agenzia delle Entrate con la risposta n. 662 del 5 agosto 2021 che risponde ad un istante che non ha fruito del contributo per la ricostruzione su un edificio sul quale, avendo "valore storico testimoniale", è possibile intervenire unicamente con interventi definiti di restauro e risanamento conservativo, in quanto il piano regolatore generale vieta espressamente gli interventi di demolizione e ricostruzione e/o di ristrutturazione.

In questo caso è sempre possibile godere dell’aumento del 50% del massimale di spesa? Ecco cosa dicono i commi 4-ter e 4-quater:

comma 4-ter - I limiti delle spese ammesse alla fruizione degli incentivi fiscali eco bonus e sisma bonus di cui ai commi precedenti, sostenute entro il 30 giugno 2022, sono aumentati del 50 per cento per gli interventi di ricostruzione riguardanti i fabbricati danneggiati dal sisma nei comuni di cui agli elenchi allegati al decreto-legge 17 ottobre 2016, n.189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, e di cui al decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77, nonché nei comuni interessati da tutti gli eventi sismici verificatisi dopo l'anno 2008 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza. In tal caso, gli incentivi sono alternativi al contributo per la ricostruzione e sono fruibili per tutte le spese necessarie al ripristino dei fabbricati danneggiati, comprese le case diverse dalla prima abitazione, con esclusione degli immobili destinati alle attività produttive.

comma 4-quater - Nei comuni dei territori colpiti da eventi sismici verificatisi a far data dal 1° aprile 2009 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza, gli incentivi di cui al comma 4 spettano per l'importo eccedente il contributo previsto per la ricostruzione.

Superbonus rafforzato: OK all’aumento dei limiti di spesa

Dopo aver richiamato la norma agevolativa, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che questa tipologia di incentivo maggiorata (c.d. Superbonus rafforzato) spetta in alternativa al contributo per la ricostruzione. La fruizione di dette agevolazioni, infatti, presuppone il diritto al contributo e la successiva rinuncia formale allo stesso. Nel caso di specie, qualora in relazione ai prospettati interventi, sussista il diritto al contributo per la ricostruzione, l'Istante nel rispetto di tutti i presupposti normativamente previsti potrà può fruire del Superbonus rafforzato, rinunciando al predetto contributo.

Documenti Allegati