Uso di micropali precaricati per il consolidamento e messa in sicurezza di un muro di contenimento

Il sistema è stato impiegato per stabilizzare un paramento in cemento armato in corrispondenza di una linea ferroviaria a Omegna (VB), committente Ferrovie di Stato

di Systab - 03/03/2022
© Riproduzione riservata
Uso di micropali precaricati per il consolidamento e messa in sicurezza di un muro di contenimento

Spesso anche i cantieri più semplici possono diventare complicati. Nel settore dei consolidamenti fondali avviene spesso, soprattutto quando il sito è di difficile accesso e quindi anche le opere teoricamente banali, diventano di difficile realizzazione.

Uso di micropali precaricati: consolidamento e messa in sicurezza di un muro di contenimento

In questa fattispecie parliamo di un tratto di linea ferroviaria realizzato in trincea. I binari dovevano essere oggetto di una serie di opere di ripristino in corrispondenza di un tratto protetto da un piccolo muro di contenimento in c.a. Impresa e progettista hanno deciso di mettere in sicurezza il paramento prima di procedere alle opere di scavo e ripristino della massicciata ferroviaria, eseguendo una serie di micropali.

Tipo di problematica: messa in sicurezza prima dell’esecuzione di scavi

Parliamo di un settore ferroviario di 26 metri lineari di lunghezza su cui sorge un muro di contenimento alto circa 2 metri.

Il muro di contenimento non presentava segni di dissesto ma le opere previste per il rifacimento e la stabilizzazione della massicciata ferroviaria, destavano preoccupazione. Questo in quanto tali interventi avrebbero potuto minare la stabilità del manufatto. Tenuto anche conto che immediatamente a monte erano presenti abitazioni e che la linea ferroviaria doveva essere rimessa in funzione in tempi molto rapidi, si è optato per un intervento di messa in sicurezza delle fondazioni prima dell’inizio vero e proprio dei lavori di manutenzione della linea.

Consolidamento del muro a retta con pali pressoinfissi in acciaio

Il Tecnico incaricato si è quindi indirizzato verso la realizzazione di una serie di micropali da realizzare prima delle opere di scavo previste sulla massicciata.

Le esigenze in questo cantiere erano quelle di:

  • accedere al tratto di binario interessato con attrezzature e mezzi molto snelli e di facile movimentazione;
  • esecuzione in tempi veloci per potere iniziare subito i lavori veri e propri dopo l messa in sicurezza
  • stabilizzare il muro di contenimento in modo da intervenire successivamente con le altre lavorazioni, senza nessun rischio per le abitazioni sovrastanti e per gli operatori.

Si è quindi optato per l’esecuzione di pali precaricati SYStab infissi a contrasto con la struttura esistente mediante martinetti idraulici solidarizzati alla stessa struttura con piastre in acciaio dedicate.

Systab- consolidamento fondazioni muro contenimento

 

L’opera micro palificazione si è svolta in sette fasi distinte:

  1. carotaggio delle fondamenta in c.a. di 50 cm;
  2. ancoraggio delle piastre in acciaio con barre e ancoranti chimici, all’ala di fondazione del muro in c.a.;
  3. infissione dei micropali modulari di diametro 76 mm, con martinetti idraulici solidarizzati alle piastre;
  4. monitoraggio della struttura con livelli laser e controllo delle pressioni di installazione;
  5. raggiungimento della profondità e delle pressioni previste dal progetto;
  6. fissaggio finale dei micropali con inghisaggio con resine epossidiche all’interno della fondazione;
  7. ripristino finale della fondazione.

Systab- consolidamento fondazioni muro contenimento

Vantaggi del consolidamento fondale con pali precaricati

Il consolidamento fondazioni con micropali precaricati ha vari vantaggi che lo caratterizzano rispetto alle tradizionali tecniche di palificazione:

  • tempi di messa in opera estremamente veloci rispetto alle metodologie classiche
  • non produce nessun materiale di risulta
  • non vengono impiegati abitualmente né fanghi né acqua (cantiere asciutto idoneo anche in ambienti stretti e interni)
  • non produce alcuna vibrazione dannosa per le strutture
  • la portata di ogni palo viene testata in corso d’opera col monitoraggio continuo delle pressioni di installazione
  • precarico per l’annullamento dei cedimenti primari eseguito su ogni palo
  • possibilità di sollevamenti e recupero della planarità se la struttura lo permette.

Systab- consolidamento fondazioni muro contenimento

L’opera complessiva che abbiamo descritto è durata solamente 3 giorni ed ha consentito l’infissione di 17 micropali diametro 76 mm e lunghezza compresa tra i 3 e i 5 metri, con carotaggi della fondazione esistente e fissaggio finale dei micropali mediante inghisaggio con resine epossidiche.

La tecnologia impiegata ha consentito di intervenire in un contesto con spazi ridotti e non ha prodotto di fatto interferenze o ritardi con le lavorazioni in corso sulla linea ferroviaria.

Lavoro eseguito da Systab

Committente: Subappalto Pubblico

Data: AGOSTO 2020

Per ulteriori informazioni sulla tecnologia: https://www.systab.it/pali-precaricati-systab/