CONVENZIONE INTERMINISTERIALE

20/12/2005

2.193 volte
Nuove regole operative per la demolizione delle opere realizzate abusivamente, con una convenzione stipulata tra i seguenti Ministeri: Infrastrutture e Trasporti, Difesa e Giustizia. La convenzione assume particolare significato per gli immobili realizzati in zone vincolate, ambientali o pregevoli che sono fuori dalla sanatoria e saranno perciò soggette a demolizione. Le strutture periferiche dei tre Dicasteri nazionali dovranno interagire per una procedura che consenta di velocizzare i tempi di demolizione, in un contesto in cui gli enti locali sono di fatto impegnati nell'attività istruttoria della sanatoria edilizia. Ruolo tecnico centrale nella procedura di esecuzione della demolizione sarà svolta dal Siit servizio integrato delle Infrastrutture e trasporti. La procedura prevista dalla convenzione prevede la redazione di un capitolato per le demolizioni che il Ministero delle Infrastrutture debba comunicare entro il 31 ottobre al Ministero della Giustizia. In sede giudiziale il giudice dovrà sostanzialmente decidere il possibile affidamento della demolizione agli organi territoriali competenti del Ministero della Difesa. Il Siit competente per territorio, diviene perciò l’ interlocutore tecnico per le richieste di demolizione, inviate dal giudice, e le trasmette entro 30 giorni dal ricevimento al ministero della Difesa, che tramite i dovuti sopralluoghi, e ricognizioni anche presso le amministrazioni locali competenti esprime entro 90 giorni un parere motivato sulla fattibilità tecnico operativa e i costi dell’intervento. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa