CODICE VALUTAZIONI IMMOBILIARI

04/05/2006

2.182 volte
Il Comitato tecnico scientifico di Tecnoborsa (Società consortile per azioni senza fini di lucro, di emanazione delle Camere di commercio industria,artigianato e agricoltura) ha pubblicato la terza edizione del Codice delle Valutazioni Immobiliari con l'obiettivo di contribuire a migliorare sensibilmente la qualità del processo e del prodotto (rapporto estimativo), sviluppando principalmente i seguenti temi:

  • la misurazione delle consistenze ai fini delle valutazioni immobiliari secondo una standard unico, ovvero un metodo di misurazione delle superfici secondo i principi e i criteri delle norme di misura internazionali, che separano nettamente la misura delle superfici dal calcolo della superficie commerciale; la prima è riferita alla misura fisica che può essere uniformata, la seconda è riferita alla prassi commerciale seguita nei diversi mercati locali che eccezionalmente può essere unificata;
  • le definizioni dei valori stima (dal valore di mercato a quelli diversi), identificati in modo confacente alla nostra realtà e alla nostra cultura immobiliare ed estimativa;
  • i procedimenti di stima secondo gli standard internazionali (market approach, cost approach e income approach); si tratta di metodi di stima uniformi in questi standard e pacifici nella letteratura estimativa internazionale;
  • gli elementi essenziali per la stesura del Rapporto di valutazione;
  • i principi di revisione del Rapporto di valutazione.
Il Codice delle Valutazioni Immobiliari definisce inoltre:
  • il Codice Etico-Deontologico del valutatore;
  • le Linee guida per le valutazioni ai fini della concessione del credito;
  • le Linee guida per la valutazione degli immobili agricoli;
  • le Linee guida per la valutazione delle quote condominiali di proprietà.
I paragrafi del Codice delle Valutazioni Immobiliari prevedono un'esposizione articolata, quanto di agevole comprensione, basata su:
  • l'introduzione nella quale è presentato il tema e indicato l'obiettivo del Codice in senso preparatorio e propedeutico;
  • le definizioni dove sono indicati il complesso degli elementi volti a caratterizzare e circoscrivere il tema sul piano concettuale, secondo la letteratura estimativa e gli standard valutativi internazionali;
  • la discussione dove è svolto un esame approfondito del tema e delle questioni attinenti e dove sono esposte anche le obiezioni e le proposte;
  • l'applicazione dove sono indicate le utilizzazioni funzionali del tema del paragrafo e sono dettate norme ai fini della valutazione e della soluzione dei problemi e dei quesiti.
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa