NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO

09/08/2006

1.906 volte
Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 12 luglio scorso è stato pubblicato il Regolamento comunitario n. 1013/2006 relativo alle spedizioni dei rifiuti.
Con il regolamento in argomento vengono istituite le procedure e i regimi di controllo per le spedizioni di rifiuti in funzione dell'origine, della destinazione e dell'itinerario di spedizione, del tipo di rifiuti spediti e del tipo di trattamento da applicare ai rifiuti nel luogo di destinazione.

Il nuovo Regolamento deve essere applicato alle spedizioni di rifiuti:
  • a) fra Stati membri, all'interno della Comunità o con transito attraverso paesi terzi;
  • b) importati nella Comunità da paesi terzi;
  • c) esportati dalla Comunità verso paesi terzi;
  • d) in transito nel territorio della Comunità, con un itinerario da e verso paesi terzi.
Nel Regolamento sono elencate le tipologie di rifiuti assoggettate alla procedura di notifica e autorizzazione preventive scritte e sono previsti obblighi d'informazione nei confronti delle autorità competenti e del pubblico; viene, anche, stabilito l’obbligo di riprendere i rifiuti quando la spedizione non può essere portata a termine come previsto e in caso di spedizione illegale.

Le esportazioni dalla Comunità di rifiuti destinati allo smaltimento so vietate, ad eccezione di quelli destinati allo smaltimento nei paesi EFTA che sono parti della convenzione di Basilea ed il Regolamento disciplina, inoltre, le importazioni di rifiuti nella Comunità e il transito nel territorio della Comunità di spedizioni da e verso Paesi Terzi.

Le nuove norme che prevedono, anche, obblighi supplementari tra i quali quelli relativi alla protezione dell’ambiente, entreranno in vigore il 12 luglio 2007, senza necessità di atti nazionali di recepimento, e sostituiranno quelle del regolamento 259/93. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa