NUOVE ED IMPORTANTI NOVITA’ PER IL DESIGN

10/01/2007

1.902 volte
Il tribunale di Milano su ricorso della società “Vitra Patente AG” lo corso 28 novembre 2006 ha riconosciuto alla “Panton Chair” la qualifica di opera tutelata dal diritto d’autore.
Un provvedimento unico nel suo genere che, ovviamente, produrrà i suoi effetti nel settore e che darà un grosso colpo all’industria della contraffazione.
La decisione costituisce un notevole passo avanti nell’ambito del design che, fino ad oggi, non ha ottenuto la sua posizione di primato proprio in patria.

Prima dell’entrata in vigore del decreto legislativo n. 95/2001, di recepimento della Direttiva n. 98/71/Ce, al design veniva riconosciuta tutela giuridica solo se oggetto di registrazione di brevetto o se il valore artistico fosse scindibile dal carattere industriale del prodotto. Il che, non accadeva quasi mai (si pensi alla famosa “chaise longe” di Le Corbusier alla quale proprio tale diritto è stato negato).

Il tribunale di Milano, oggi, si discosta da queste posizioni, affermando che la sussistenza del valore artistico di un’opera di design non viene meno per il carattere industriale del prodotto perché, proprio in quella industrialità si consolida lo stesso nella collettività.

Il caso della “Panton Chair” è proprio conforme a quanto detto: la circostanza che molti musei d’arte contemporanea la includano nella loro collezioni conferma che l’opera ha un chiaro significato e valore esteso ad un pubblico più ampio degli esperti di design.

Anche per i disegni, poi, vale lo stesso trattamento: il decreto legislativo n. 95/2001 ha incluso nella legge sul diritto d’autore le opere del design industriale che presentino di per sé carattere creativo e valore artistico e siano riconoscibili dal punto di vista culturale.

A cura di Paola Bivona
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa