FINANZIAMENTI ALLE PMI

18/01/2007

4   2.645 volte
È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 16 gennaio 2007, n. 12 un Comunicato Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, relativo al bando dedicato alle piccole e medie imprese, finalizzato al cofinanziamento di interventi che prevedono l'istallazione di impianti per la produzione di energia elettrica e/o di calore da fonte rinnovabile.
In virtù della convenzione sottoscritta in data 5 febbraio 2004 con il Ministero e dalla MCC spa, gli adempimenti amministrativi e finanziari per l'istruttoria delle domande di agevolazione saranno assolti da MCC S.p.A. stessa.
Come suddetto sono ammessi al finanziamento i progetti che consentano una riduzione dei consumi di combustibili fossili attraverso interventi che prevedano il ricorso a una fonte di energia rinnovabile per la produzione di energia elettrica e/o termica.
Le tipologie tecnologiche di fonti rinnovabili sono:
  1. Impianti fotovoltaici connessi alla rete per la produzione di energia elettrica di potenza nominale complessiva compresa tra 20 kWp e 50 kWp;
  2. Impianti eolici connessi alla rete per la produzione di energia elettrica di potenza nominale complessiva compresa tra 20 kWp e 100 kWp;
  3. Impianti solari termici per la produzione di calore a bassa temperatura che impiegano collettori piani vetrati, sottovuoto e piani non vetrati, di superficie lorda compresa tra 50 e 500 m2, equivalenti a 35 e 350 kW;
  4. Impianti termici a cippato o pellets da biomasse per la produzione di calore di potenza nominale compresa tra 150 e 1000 kW.
Il contributo in conto capitale per l'istallazione degli impianti fotovoltaci varierà da regione a regione ed è compreso tra il 50% e 60% dei costi ammissibili; il finanaziamento in conto capitale massimo ammissibile nel caso di impianti eolici, solari termici e termici a biomasse è pari al 30% dei costi ammissibili.

Concorrono a determinare il costo ammissibile, in base al quale verrà calcolato il contributo pubblico ammissibile, i costi documentati, al netto dell'IVA, relativi alla realizzazione degli impianti previsti dal progetto, per la produzione di energia elettrica e/o di calore da fonte rinnovabile e, in particolare, agli interventi sostenuti per:
  1. realizzazione di diagnosi energetiche e studi di fattibilità strettamente necessari per la progettazione dell'intervento (tali costi saranno riconosciuti nella misura massima del 5% del valore complessivo dell'intervento);
  2. progettazione dell'intervento;
  3. fornitura dei materiali e dei componenti necessari alla realizzazione dell'intervento nonché quelli di consumo specifico;
  4. installazione e posa in opera degli stessi;
  5. eventuali opere edili strettamente necessarie alla realizzazione dell'intervento.
L'impresa richiedente deve presentare la domanda di ammissione all'agevolazione ad MCC redatta in conformità al modulo scaricabile dai siti internet www.minambiente.it o www.incentivi.mcc.it. La domanda, corredata da tutta la documentazione di cui ai seguenti punti, deve essere inoltrata a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento, in duplice copia cartacea. E' inoltre necessario, che contestualmente all'inoltro del materiale cartaceo, la documentazione concernente gli aspetti tecnico-economici relativi al progetto siano presentanti anche in formato elettronico su supporto digitale (CDrom, DVD).

© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

luca74
03/01/2016 10:49
Leggendo il bando relativo al finanziamento per le pmi, non ho trovato la data di scadenza del bando.Mi potreste aiutare?Grazie.
Romeo
03/01/2016 10:49
Richiedendo il 20% di contribuzione a fondo perduto sul presente bando essa è cumulabile con la tariffa incentivante del conto energia
lozito
03/01/2016 10:49
L'invio delle domande è possibile dopo 40 giorni dalla pubblicazione sulla G.U. e la data di scadenza è ad esaurimento fondi
ligabue
03/01/2016 10:49
Richiedendo il 20% di contribuzione a fondo perduto sul presente bando essa è cumulabile con la tariffa incentivante del conto energia? Lavoro per un canale di vendita Enelsi e mi è arrivata la comunicazione dell'impossibilità di accumulare il finanziamento del bando con il conto energia...comunque tutto sarà più chiaro con l'approvazione del nuovo decreto statale.
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa