FISSATI GLI INCENTIVI

12/02/2007

2.158 volte
L’ultima bozza messa a punto dal Governo sul Conto Energia, che verrà approvata (si spera) entro la fine del mese di febbraio, definisce puntualmente all’art. 6 le tariffe incentivanti, premiando i piccoli risparmiatori nell’istallazione di impianti domestici.

Gli incentivi verranno erogati in base alla potenza nominale dell’impianto ed al grado di integrazione architettonica, in particolare:
  • impianti con potenza nominale compresa tra 1 e 3 kW:
    • 0,40 €/kWh per impianti non integrati, ossia con i pannelli istallati al suolo o sulle superfici esterne degli edifici;
    • 0,44 €/kWh per impianti parzialmente integrati;
    • 0,49 €/kWh per impianti integrati architettonicamente con l’edificio.
  • impianti con potenza nominale compresa tra 3 e 20 kW:
    • 0,38 €/kWh per impianti non integrati;
    • 0,42 €/kWh per impianti parzialmente integrati;
    • 0,46 €/kWh per impianti integrati architettonicamente con l’edificio.
  • impianti con potenza nominale superiore a 20 kW:
    • 0,36 €/kWh per impianti non integrati;
    • 0,40 €/kWh per impianti parzialmente integrati;
    • 0,44 €/kWh per impianti integrati architettonicamente con l’edificio.
Come anticipato, confermando quanto previsto dall’articolo 7, verranno premiati gli impianti fotovoltaici abbinati a sistemi che posseggono il certificato di rendimento energetico, comprendente anche l’indicazione dei possibili interventi volti ad un uso ottimizzato dell’energia che abbatta di almeno il 10% il fabbisogno di energia primaria dell’edificio o dell’unità immobiliare.

In attesa della definitiva approvazione, il GSE afferma:”Se il nuovo decreto non entrerà in vigore già dal primo di marzo, si rischia una situazione di caos. Dovremmo, infatti, procedere in base alle regole del DM 28 Luglio 2005, vale a dire che bisognerà continuare ad accettare le domande per l’incentivazione relativa agli impianti ancora da realizzare e non quelli già realizzati come invece dispone il nuovo decreto in approvazione. Ci attendiamo migliaia e migliaia di richieste e si rischia di arrivare presto ai MW cumulabili per il 2007.”

A cura di Gianluca Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa