IL COMPLESSO DI VIA ADDA SOSTITUIRA’ IL RIFUGIO ROM

28/06/2007

1.921 volte
La riqualificazione di Milano passa attraverso la realizzazione del complesso di via Adda progettato da Giancarlo Marzorati, in un’area di 3.700 metri quadrati che lambisce la zona del progetto città della moda, non molto distante da una sede della regione Lombardia.
Fino ad ora la zona era utilizzata come rifugio dei rom: nel 2009 si imporranno tre torri a base quadrata, con finiture in pietra fino a metà altezza che si trasformano, poi, in un cilindro di acciaio e vetro.
Le tre torri saranno asimmetriche, con una passerella pedonale che collegherà le stesse all’adiacente sede della Telecom.

Secondo il progettista, Giancarlo Marzorati, “un collegamento simbolico che è un elemento architettonico, mentre i cilindri in acciaio e vetro sono un elemento lirico che conferisce fascino architettonico. Gli edifici avranno tetti verdi sovrastati da cupolette che ospiteranno gli impianti fotovoltaici”.
Il complesso, con una forma complessiva ad L, conterrà al suo interno appartamenti, negozi e uffici e sarà realizzato dalla Italiana Costruzioni del Gruppo Navarra, attraverso finanziamenti di un fondo americano.
Il progetto di riqualificazione, quindi, riguarderà un’attuale zona molto degradata e prevederà anche la risistemazione della strada con la creazione di una piazza vicino al palazzo Pirelli. All’interno della realizzazione del progetto, inoltre, verrà costruito anche un edificio di sei piani in via Cornalina, centro per anziani ed accoglienza per i degenti.
Il progetto viene completato, infine, da un parcheggio interrato a sei piani, i cui lavori sono già avviati.

A cura di Paola Bivona
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa