INIEZIONE DI ENERGIA PULITA SUI TETTI DEL PALERMITANO

18/06/2007

1.485 volte
Scade il prossimo 25 giugno il bando per l’installazione di 14 impianti fotovoltaici per una potenza complessiva di 1.173,25 KWp ed un importo stimato di 7,5 milioni di euro, finanziati per circa 5 milioni da risorse derivanti dal Por Sicilia 2000-2006 e per la quota rimanente dalla stazione appaltamte.

A promuovere l’iniziativa è la So.Svi.Ma S.p.a. (Società per lo Sviluppo delle Madonie), società mista a prevalente capitale pubblico che rappresenta il Soggetto Responsabile per la gestione dei finanziamenti del Patto Territoriale delle Madonie ( patto di prima generazione approvato con delibera CIPE del 21 aprile 1997) e di altre tipologie di finanziamenti regionali, nazionali e comunitari finalizzati allo sviluppo armonico e sostenibile del comprensorio madonita.

Ricordiamo gli obiettivi del Patto Territoriale delle Madonne:
  • potenziamento della ricettività turistica e agrituristica attraverso il finanziamento di iniziative imprenditoriali volte al recupero dei manufatti storici esistenti nel territorio, supportando la formazione degli operatori;
  • sostegno alle attività artigiane tradizionali, tramite il potenziamento delle strutture esistenti e la creazione di nuove in grado di rafforzare ed ampliare la filiera produttiva;
  • recupero dei centri e degli edifici storici ed il potenziamento dei circuiti museali ed archeologici;
  • recupero ambientale finalizzato al miglioramento della qualità della vita e della fruibilità, in considerazione della presenza di un Parco delle Madonie, ricco di risorse ambientali e paesaggistiche.
L’appalto, oltre alla realizzazione degli impianti, prevede anche i lavori di cablaggio, di connessione elettrica e di realizzazione delle opere murarie necessarie all’attivazione degli impianti. L’aggiudicazione avverrà al massimo ribasso e comporterà anche le attività di manutenzione e gestione degli impianti per i successivi due anni.

Ma l’aspetto più interessante e per molto aspetti inedito”, sottolinea il presidente di Sosvima, Alessandro Ficile, “è che per la prima volta in Italia una società di sviluppo territoriale si intesta una operazione di coordinamento per la produzione di energia dal fotovoltaico”.

La convenzione stipulata tra Sosvima ed i comuni madoniti prevede la gestione per 15 anni degli impianti, realizzati su siti messi a disposizione dei comuni, da parte della società, con particolari vantaggi per le singole amministrazioni, tra cui la riduzione del 5% del costo dell’energia rispetto alle tariffe ordinarie. Ma l’aspetto fondamentale è che gli utili di gestione verraano destinati da Sosvima a progetti culturali e a progetti che mirino ad un ulteriore abbattimento dei costi energetici per il comprensorio e per i singoli comuni.

A cura di Gianluca Oreto


© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa