DEMOLIRE 21 SCHELETRI CEMENTO CHE DETURPANO PIANA DI FONDI

12/09/2007

1.689 volte
La trascrizione della sentenza della Cassazione pone la parola fine sullo scempio abusivo compiuto nell'area di Isola dei Ciurli e sull'accertamento delle responsabilità ad ogni livello nell'intera vicenda. I 21 scheletri di cemento che da 40 anni deturpano la bellezza del paesaggio della piana di Fondi devono essere demoliti. La Cassazione conferma l'esito dell'azione di vigilanza avviata due anni fa dagli uffici dell'Assessorato al cui termine la Regione ha già diffidato il Comune di Fondi a procedere all'annullamento del progetto di lottizzazione e di provvedere alla demolizione dei 21 edifici”. Lo afferma Massimo Pompili, Assessore all'Urbanistica e Vicepresidente della Giunta regionale del Lazio.

“La Regione Lazio – ha aggiunto - ribadisce la ferma volontà di arrivare al più presto alla demolizione dell'ecomostro e come richiesto nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica si è già attivata per individuare, sia tutte le possibilità di finanziamento della demolizione, sia le forme di collaborazione interistituzionale per supportare il Comune di Fondi nel pieno ripristino della legalità sull'importante porzione di territorio”.
a cura di www.regione.lazio.it
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa