CASTEL SANT’ANGELO (RI): RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA ALDO MORO IN FRAZIONA VASCHE

26/03/2008

5.495 volte
L’Amministrazione Comunale ha deciso di ricorrere alla procedura del concorso di idee per avere un ventaglio di proposte progettuali e poter procedere alla riqualificazione dell’area indicata all’articolo precedente, in virtù della particolare posizione centrale del sito nel territorio comunale ed in virtù altresì della presenza della stazione ferroviaria e dalle funzioni di interscambio trasporto pubblico privato. Si rileva altresì l’importanza del collegamento tra la stazione ferroviaria ubicata in piazza A. Moro e l’area termale di Cotilia Terme.

Il concorso ha l’obiettivo di acquisire la migliore idea, tenendo presente i seguenti indirizzi:
  • Realizzare una piazza pedonale ben distinta dall’attuale parcheggio.
  • La nuova piazza dovrà essere concepita come nuovo punto di ritrovo per gli abitanti della frazione di Vasche.
  • Considerare il periodo storico dalla linea ferroviaria e della stazione al fine di ricreare uno spazio concepito nel rispetto delle pre-esistenza, della memoria dei luoghi, ricollocando al suo interno il monumento dedicato ad Aldo Moro;
  • Creare uno spazio adibito a verde pubblico nel cui contesto dovrà essere ricollocata la fontana esistente. Le piantumazioni dovranno essere sostitutive rispetto all’esistente e prevedere essenze autoctone a rapida crescita. Più precisamente, tra gli elaborati progettuali dovrà essere previsto un “piano del verde”.
I progetti dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Castel Sant’Angelo (Ri) entro le ore 13.00 del 28.04.2008.

Elaborati di progetto
I concorrenti dovranno predisporre e far pervenire al Comune di Castel Sant’Angelo la proposta ideativa nella forma più idonea alla sua corretta rappresentazione.
Modalità di presentazione degli elaborati:
  • ELABORATI GRAFICI : n.2 (due) copie degli elaborati in formato A1 contenenti:
    • TAVOLA 1: planimetria generale con inserimento dell’intervento nel contesto esistente in scala 1:1000/1:500/1:200 -1:50;
    • TAVOLA 2: rappresentazione dell’aree di intervento in scala adeguata con rappresentazione delle soluzioni proposte anche a livello di particolari costruttivi e decorativi nonché con rappresentazioni ad oggetto libero contenente eventuali schizzi progettuali ed immagini illustrative tridimensionali, rendering fotografici, schizzi, assonometrie o prospettive della proposta ideativa che siano in grado di rappresentare nella globalità l’inserimento dell’opera nel contesto e dare maggiore rappresentatività alle soluzioni proposte con riferimento al piano del verde.
      Gli elaborati possono essere redatti con tecnica a discrezione dei concorrenti. Una copia degli elaborati va piegata in formato UNI/A4, mentre l’altra va montata su supporto rigido atto ad essere esposto (vedere il successivo art. II.9 per le specifiche del plico).
  • TAVOLA DI RENDERING: n. 1 copia (contenente anche più viste a scelta del concorrente) dell’intervento in formato 70x100 montato su supporto rigido
  • RELAZIONE : n.2 (due) copie della relazione in formato UNI/A4 contenente:
    • Relazione illustrativa sulle scelte progettuali e descrizione dell’idea nella quale potranno essere inseriti anche schizzi esplicativi, schemi grafici e simili formata da un numero massimo complessivo di 4 (quattro) cartelle dattiloscritte (n. 8 facciate) in formato UNI/A4;
    • Stima sommaria del costo presunto dell’intervento proposto relativo alle opere di urbanizzazione necessarie, a quelle di qualificazione dell’area e per le opere infrastrutturali; esso va elaborato nella forma del computo metrico estimativo di massima suddiviso per singola categoria e infrastruttura con riferimento al listino prezzi della Regione Lazio edizione 2007 ovvero prezziario Regione Umbria (per i prezzi non presenti nel prezziario Regione Lazio) edizione 2006 - formata da un numero massimo complessivo di 5 (cinque) cartelle dattiloscritte (n.10 facciate) in formato UNI/A4.
NON SONO AMMESSI ELABORATI ULTERIORI, O DIVERSI, O DIFFORMI NEI CONTENUTI O COME FORMATI, A PENA ESCLUSIONE DAL CONCORSO.

È inoltre richiesto, ai fini dell’eventuale pubblicazione, un CD-Rom contenente tutti gli elaborati sopra richiesti in formato PDF sia per la parte grafica, che per la parte descrittiva ed economica dell’opera proposta. Attribuzione dei Premi
Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione di un premio al primo classificato dell’importo di € 3.000,00 (euro tremila/00).

Ente banditore
Comune di Castel Sant’Angelo Rieti
Via Nazionale I n. 70 loc. Canetra
02010 Castel Sant’Angelo
Telefono: 0746/698629 320/9155685
Telefax: 0746/698187
E-mail: comune@comune.castelsantangelo.ri.it
www.comune.castelsantangelo.ri.it

Responsabile del procedimento
Arch. Domenico Turla

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa