RINNOVO DEL CCNL STUDI PROFESSIONALI

22/07/2008

24.809 volte
Dopo una lunga trattativa, è stata raggiunta e sottoscritta l'ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per i Dipendenti degli Studi Professionali scaduto il 30/9/2007.
I risultati che sono stati complessivamente soddisfacenti riguardano i seguenti punti:
  • Parziale riorganizzazione del sistema contrattuale con l'introduzione della scadenza triennale del CNL (1/5/2008 - 30/9/2010);
  • Rafforzamento del welfare contrattuale con la possibilità del beneficio dell'assistenza sanitaria integrativa a favore dei rapporti di lavoro a collaborazione coordinata e continuativa anche a progetto e dei praticanti;
  • Nell'ambito della previdenza integrativa, incremento del contributo a carico dei datori di lavoro stabilito pari all'1.55% della retribuzione utile ai fini del TFR;
  • Sul versante dei diritti sindacali, inserimento di un regolamento sulle elezioni delle RSU da definire nell'arco di vigenza del CCNL e introduzione del diritto per il dipendente ad utilizzare gli strumenti informatici aziendali per 2 ore annue ai fini di connettersi con i siti degli organismi paritetici/bilaterali (CADIPROF, PREVIPROF, FONDOPROFESSIONI e ENTE BILATERALE) e per la consultazione del CCNL;
  • Sul versante del completamento del modello sistema delle relazioni sindacali, la costituzione dell'Ente Bilaterale Nazionale e delle sue articolazioni regionali ed il loro finanziamento a partire dall'1 gennaio 2009;
  • Aumento della retribuzione media di 83 euro mensili al IV livello super, di cui 52 euro con decorrenza 1/5/2008 e i rimanenti 31 euro dal 1/10/2008 (quindi, con la retribuzione di luglio 2008, dovranno essere corrisposti gli arretrati dei mesi di maggio, giugno e quattordicesima mensilità con assorbimento delle eventuali indennità già erogate ai dipendenti a titolo di IVC);
  • In relazione alle "missioni e trasferte", previsione in caso di utilizzo del mezzo proprio per qualsiasi missione, di un rimborso spese viaggio liquidato mensilmente sulla base dei valori economici previsti dalle tabelle ACI;
  • Impegno a definire entro la vigenza del CCNL i profili di una nuova classificazione e alcuni aspetti del mercato del lavoro.
Comunicato congiunto di CONFPROFESSIONI, CONFEDERTECNICA, CIPA, FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, UILTUCS UIL © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa