ENERGY MANAGEMENT: AL VIA ANCHE I LAVORI DI NORMAZIONE ISO

23/09/2008

2.004 volte
Tra l'8 e il 10 settembre scorso, a Washington, si è tenuta la prima riunione del nuovo ISO PC 242 (project committee), incaricato di sviluppare una norma internazionale sull'energy management.
Il documento tecnico - la futura norma ISO 50001 - stabilirà i principi generali, applicabili a tutti i settori produttivi, per un efficiente uso dell'energia. Data la natura trasversale dell'argomento, ossia la sua applicabilità a diversi comparti del tessuto economico e sociale, si stima che le prescrizioni della norma potranno avere un impatto su oltre il 60% dei consumi energetici mondiali.

Alla riunione del PC 242 hanno partecipato i delegati di 25 Paesi membri ISO, provenienti da tutte le aree del mondo, oltre che i rappresentanti dell'UNIDO (United Nations Industrial Development Organization), organizzazione delle Nazioni Unite che ha collegamenti istituzionali con il comitato ISO. Tutti i paesi partecipanti hanno già sviluppato progetti di energy management e hanno pertanto un significativo interesse ad armonizzare la materia a livello internazionale.

Il primo passo è stato quello di descrivere nel dettaglio le iniziative già in atto di gestione energetica: un punto di partenza necessario per dare a tutti i membri del PC 242 una panoramica completa delle differenti politiche sinora adottate e delle peculiarità esistenti e porre così le basi per avviare la ricerca di una soluzione condivisa e globale.

La discussione tecnica che ne è seguita ha dato subito eccellenti risultati e una prima bozza di lavoro è già stata creata. Il comitato ISO ha preso quindi l'importante decisione di porre alla base di questo primo documento gli elementi fondamentali propri delle norme internazionali sui sistemi di gestione. Ciò garantirà la massima compatibilità con le norme ISO 9001 sui sistemi di gestione per la qualità e ISO 14001 sui sistemi di gestione ambientale.

I lavori dell'ISO PC 242 sono ambiziosi e puntano a elaborare una versione definitiva e pronta per la pubblicazione della ISO 50001 entro la fine del 2010. Il Segretario generale dell'ISO, Alan Bryden, ha commentato con particolare favore l'avvio dei lavori: "La prima riunione del PC 242 segna l'inizio di un approccio globale al problema dell'efficienza energetica e alle sue relative implicazioni in tema di cambiamenti climatici. Questo contributo è pienamente in linea con quanto stabilito dal documento di indirizzo ISO-IEA (International Energy Agency, n.d.r.) sul contributo della normazione internazionale".

Ad integrazione di quanto sopra si sottolinea però che a livello CEN, la Task Force CEN/CLC TF 189 "Energy management and related services. General requirements and qualification procedures" con segreteria e presidenza italiane affidate da UNI al Comitato Termotecnico Italiano, nel novembre 2006 mise allo studio un progetto di norma sullo stesso argomento "Energy management systems. Requirements with guidance for use". Il progetto in questione, che sarà la futura norma EN 16001, ha recentemente concluso lo stadio di inchiesta CEN e si avvia verso le fasi finali del processo normativo per essere posta al voto formale probabilmente entro i primi mesi del 2009. Si prevede quindi che la norma europea sarà disponibile molto prima della norma ISO, alla quale peraltro lavora una folta rappresentanza del gruppo di lavoro CEN al fine di assicurare che le due norme non siano in contrasto tra loro.

Per informazioni:
Comitato Termotecnico Italiano (CTI)

tel. 02 266.265.1, fax 02 266.265.50 © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa