RILASCIATA NUOVA VERSIONE DEL SOFTWARE PREGEO

22/10/2008

6.917 volte
Rilasciata la nuova versione 10.0 del software PreGeo (PREtrattamento atti GEOmetrici) che l'agenzia del Territorio mette a disposizione dei tecnici liberi professionisti per predisporre gli atti di aggiornamento geometrico del Catasto Terreni in coerenza con il provvedimento del Direttore dell'Agenzia del Territorio del 23/02/2006.

Con la nuova versione, rilasciata ieri, viene aumentato il numero di controlli sui dati contenuti nella proposta di aggiornamento. Il tecnico redattore può così controllare in modo automatico e soprattutto prima della consegna del documento di aggiornamento, la qualità dei dati che verranno introdotti negli archivi catastali al momento dell'approvazione dell'atto predisposto con Pregeo 10. I controlli a disposizione del tecnico redattore sono i medesimi a disposizione della corrispondente procedura disponibile presso gli Uffici Provinciali dell'Agenzia. Questi ultimi potranno così approvare gli atti di aggiornamento predisposti con la procedura Pregeo 10, aggiornando contestualmente le banche dati censuaria e cartografica, in modo del tutto automatico. In questa nuova release è stato necessario introdurre alcune novità:
  • nuovo estratto di mappa rilasciato dall'Ufficio: con il nuovo estratto di mappa vengono fornite al professionista, limitatamente alle particelle oggetto della richiesta, tutte le informazioni cartografiche, topografiche e censuarie presenti nella Banca Dati catastale, in modo da permettere i controlli automatici per definire l'approvabilità dell'atto già con l'applicativo stand-alone;
  • definizione e codifica delle tipologie degli atti di aggiornamento: la definizione delle diverse tipologie di atti e la loro codifica ha consentito la realizzazione delle funzionalità per l'esecuzione di tutti i controlli (formali e di merito) in modalità automatica;
  • definizione e codifica dei dati censuari per ciascuna tipologia di atto di aggiornamento: per permettere l'effettuazione dei controlli di congruenza fra i dati che aggiorneranno l'archivio censuario catastale e la tipologia dell'atto di aggiornamento, con particolare attenzione alla tracciabilità delle operazioni effettuate;
  • relazione tecnica strutturata: al fine di consentire alla procedura di interpretare le segnalazioni introdotte ordinariamente nella relazione tecnica, è stato necessario codificare le dichiarazioni previste dalla normativa vigente;
  • stima del valore di affidabilità metrica di ciascuna mappa: tale valore, veicolato attraverso il nuovo estratto di mappa, consente di discriminare il trattamento automatico o analogico degli atti di aggiornamento
  • controlli automatici sulle operazioni censuarie e topo-cartografiche: l'automazione di tali controlli, in parte già presenti nella precedente versione di Pregeo, permette alla procedura di discriminare la registrabilità in maniera automatica dell'atto di aggiornamento;
  • aggiornamento automatico degli archivi censuario e cartografico in contemporanea, al momento dell'approvazione dell'atto.
Grazie ad opportuni messaggi diagnostici, Pregeo 10 permette al tecnico redattore di sapere già nella fase di predisposizione se l'atto di aggiornamento verrà sottoposto presso l'ufficio di destinazione al processo di approvazione automatica oppure se verrà trattato nella consueta modalità interattiva da parte degli operatori dell'UP


© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa