PROGETTI ED INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO ED ENERGIA E AMBIENTE

30/10/2008

5.323 volte
Regione Lombardia e Camere di Commercio lombarde, nell'ambito degli impegni assunti con l'Accordo di Programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo, hanno lanciato per favorire i processi di innovazione per la competitività delle imprese lombarde in particolare nei settori della sicurezza sul lavoro e dell'energia e sviluppo ambientale, finanziando le iniziative sulla base del principio di addizionalità.

Sul bollettino n. 44 serie ordinaria del 27 ottobre 2008, viene pubblicato il decreto n. 11577 del 20 ottobre 2008 (all.) che ha approvato il bando PROGETTI ED INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO Ed ENERGIA E AMBIENTE. Obiettivo favorire in via sperimentale la ricerca, sperimentazione e prototipizzazione di prodotti, componenti, materiali o impianti sia nell'ambito della sicurezza sul lavoro sia nell?ambito energetico ed ambientale

Dotazione finanziaria pari complessivamente a 15.000,00 milioni di euro (Euro 9.000.000,00 da parte di Regione Lombardia e 6.000.000,00 da parte del sistema Camerale

Iniziative finanziabili: Il Bando attiva due tipologie di misure:
  • MISURA 1 "Progetti di ricerca, sperimentazione e prototipizzazione per l'innovazione di prodotto e processo nel campo della sicurezza sul lavoro;
  • MISURA 2 "Progetti di innovazione per la ricerca, sperimentazione e prototipizzazione nel campo dell'energia e dell'ambiente";
Progetti e interventi ammessi al contributo
Sono ammessi al contributo progetti e interventi relativi ad entrambe le tematiche settoriali previste dal Bando (sicurezza, energia e sostenibilità ambientale) mirati all'introduzione sul mercato e all'utilizzo innovativo di prodotti/tecnologie con caratteristiche innovative rispetto a quelli esistenti:
  • progetti finalizzati allo sviluppo pre-competitivo o all'utilizzo innovativo di prodotti/tecnologie finalizzati al risparmio energetico, sia inteso come riduzione dei consumi che come utilizzo di fonti energetiche rinnovabili
  • progetti finalizzati allo sviluppo pre-competitivo o all'utilizzo innovativo di prodotti/tecnologie che comportino una riduzione dell'impatto ambientale e degli effetti inquinanti derivanti dai cicli di produzione, sia in termini di emissioni sia di rifiuti
  • progetti finalizzati allo sviluppo pre-competitivo o all'utilizzo innovativo di prodotti/tecnologie finalizzati ad incrementare il livello di sicurezza sul lavoro e negli ambienti di lavoro
Beneficiari Micro, piccole e medie imprese, singole o aggregate (ATI o Accordi di cooperazione), aventi Sede/Unità Locale iscritta presso il Registro Imprese/R.E.A. di una delle Camere di Commercio della Lombardia, e, nel caso di imprese artigiane, all'Albo degli artigiani, attive ed in regola con il pagamento del Diritto Annuale.

Regime di contribuzione: ai sensi della normativa comunitaria de minimis (Reg. CE n.1998/2006): l'importo massimo per ogni impresa non può superare Euro 200.000,00 in un periodo di tre anni

Valore del contributo
Il contributo sarà concesso in conto capitale a fondo perduto e sarà pari al 50% delle spese ritenute ammissibili

Procedure di valutazione, premialità
Le domande verranno valutate attraverso un insieme di parametri oggettivi volti ad attribuire una valutazione di merito del progetto o intervento
Saranno ritenuti ammissibili a contributo solamente i progetti che avranno totalizzato un punteggio pari almeno a 70 (soglia minima di ammissione al contributo).
Ai progetti che raggiungeranno la soglia minima di ammissione verranno assegnati punteggi addizionali, sulla base dei seguenti criteri di premialità dichiarati dall'impresa nella domanda;
r Ammissibilità progetti
Sono ammessi i progetti iniziati in data successiva alla data di pubblicazione del bando sul BURL
I progetti ammessi dovranno essere ultimati entro 12 mesi dalla data di concessione del contributo, e comunque non essere ultimati prima di 6 mesi dalla data di concessione del contributo;

Presentazione domande
Le imprese devono presentare direttamente la domanda di ammissione al bando obbligatoriamente in forma telematica utilizzando esclusivamente lo "schema on-line" disponibile sui siti internet www.regione.lombardia.it, www.unioncamerelombardia.it e sui siti delle Camere di Commercio lombarde nel seguente periodo:
dalle ore 9,30 del 27 novembre 2008
alle ore 12,00 del 27 gennaio 2009.

a cura di www.regione.lombardia.it
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa