Previsione e prevenzione dei rischi geologici: dal Ministero dell'Ambiente 3 milioni per i progetti di ricerca

12/12/2017

2.416 volte

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 288 dell'11 dicembre 2017 il Comunicato Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare recante "Avviso relativo al bando pubblico per il finanziamento di progetti di ricerca finalizzati alla previsione e alla prevenzione dei rischi geologici".

Il bando disciplina le procedure per l’assegnazione, tramite procedura selettiva, dei contributi di cui all’art. 2 comma 2 della Legge 5 gennaio 2017 n. 4 recante "Interventi per il sostegno della formazione e della ricerca nelle scienze geologiche" (Gazzetta Ufficiale 20/01/2017, n. 16) che ha previsto, per il finanziamento dei progetti di ricerca presentati dalle università e dagli enti pubblici di ricerca e finalizzati alla previsione e alla prevenzione dei rischi geologici, la spesa di un milione di euro per l'anno 2016 e di due milioni di euro per ciascuno degli anni 2017 e 2018 (totale 3 milioni di euro).

Il finanziamento è riservato a progetti di ricerca di interesse per il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare - Direzione generale per la Salvaguardia del territorio e delle acque, relativi alle aree di ricerca strategica che seguono:
a) Area di prevenzione del rischio alluvioni a livello degli ecosistemi fluviali, attraverso la definizione di un programma di gestione dei sedimenti a livello di bacino, in coerenza e ottemperanza degli obiettivi delle direttive 2000/60 e 2007/60;
b) Area sistemi integrati di gestione dei piccoli invasi collinari, allo scopo di laminazione delle piene e/o come risorsa integrativa ad uso irriguo;
c) Area analisi di stabilità degli argini e metodologie per la loro messa in sicurezza;
d) Area analisi della dinamica dei litorali in corrispondenza delle opere di difesa costiera durante le mareggiate.

Sono ammessi a finanziamento progetti di ricerca dell'importo complessivo minimo di euro 200.000,00 e fino a un massimo di euro 700.000,00.

Le domande di finanziamento devono essere inviate per posta elettronica certificata all'indirizzo dgsta@pec.minambiente.it entro trenta giorni dall'avvenuta pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale - Serie generale - esclusivamente in formato PDF non editabile. Non sono ammesse altre forme di produzione o di invio della domanda di partecipazione alla selezione dei progetti.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa