Codice dei contratti e Albo commissari di gara: proroga avvio al 15 aprile 2019

11/01/2019

3.499 volte

Sarebbe dovuto entrare in vigore il 15 gennaio 2019 ed era atteso da tutti gli operatori del settore che lo vedevano come un tassello da aggiungere al mosaico della trasparenza disegnato da chi ha ideato il D.Lgs. n. 50/2016 (c.d. Codice dei contratti), ma alla fine la scelta è stata quella di prorogare la data di avvio per l'operatività dell’Albo dei Commissari di gara.

Istituito dall'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ai sensi dell'art. 78, comma 1 del Codice dei contratti, l'Albo nazionale dei componenti delle commissioni giudicatrici nelle procedure di affidamento dei contratti pubblici unitamente alle Linee guida ANAC n. 5 (aggiornate al decreto legislativo n. 56/2017 con Delibera 10 gennaio 2018, n. 4) è operativo dal 10 settembre 2018 (leggi articolo), ma come sottolineato dall'Anticorruzione con il Comunicato del Presidente 9 gennaio 2019 ad oggi sarebbero solo 2.100 circa gli iscritti nelle diverse sottosezioni dell’Albo, di cui solo la metà estraibili per commissioni esterne alle amministrazioni aggiudicatrici. Numerose sottosezioni (circa il 30%) risultano completamente prive di esperti iscritti, altre (circa il 40%) con un numero di esperti molto ridotto (meno di 10).

Considerato, inoltre, che l'art. 77, comma 3 del Codice dei contratti prevede che i commissari siano scelti fra gli esperti iscritti all'Albo dell'ANAC, non consentendo la possibilità di nominarli con modalità diverse nel caso di assenza e/o carenza di esperti, l'ANAC ha ritenuto necessario, per evitare ricadute sul mercato degli appalti, differire il termine di avvio del sistema dell’Albo dei commissari di gara al 15 aprile 2019.

Proroga che potrebbe anche essere ulteriormente allungata nel caso in cui nei prossimi mesi il numero di iscritti non sarà sufficiente ad assicurare la piena operatività dell'Albo e sempre che, nelle more, il Governo non decida di modificare qualcosa nei criteri di aggiudicazione.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa