Regione siciliana: Le prime convenzioni per l’ufficio speciale per la progettazione

26/04/2019

3.836 volte

Sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana n. 17 del 19/04/2019 è stata pubblicata la Circolare della Presidenza 10 aprile 2019 avente ad oggetto “Istituzione dell’Ufficio speciale per la progettazione ed adozione dello schema di convenzione per l’espletamento delle attività di cui all’art. 24 del D.L.vo n. 50/2016 e ss.mm. e ii.

La circolare fa riferimento alla delibera della Giunta regionale n. 426 del 4 novembre 2018, con cui è stato istituito l’Ufficio speciale per la progettazione regionale (leggi articolo), successivamente denominato “Ufficio speciale per la progettazione” giusta delibera della Giunta regionale n. 447 del 15 novembre 2018. In verità l’Ordine degli Architetti di Palermo aveva presentato il ricorso al Tribunale amministrrativo per la Regione siciliana contro la la Delibera Giunta Regione Siciliana 4 novembre 2018, n. 426 chiedendone anche la sospensiva (leggi articolo)  ma il TAR Palermo con Sentenza n. 41 del 25 febbraio 2019 ha rigettato l’istanza cautelare con la motivazione che “non sussiste il periculum in mora attesi che sono stati impugnati provvedimenti relativi all’organizzazione interna dell’Amministrazione regionale per l’espletamento di funzioni di progettazione e assistenza tecnica agli enti locali facenti, comunque, capo alla stessa, che non hanno immediata incidenza sullo svolgimento della professione degli architetti".

Non sappiamo cosa abbia fatto l’Ordine degli Architetti di Palermo a seguito della sentenza del TAR che ha negato la sospensiva ma di certo sappiamo che dal 3 aprile 2019, anche precedentemente alla Circolare Presidenziale del 10 aprile 2019, l’Ufficio speciale per la progettazione, come è possibile rilevare nell’immagine quì di seguito riportata,

ha stipulato le convenzioni per la progettazione e direzione dei lavori relativi a:

  • 7 strade provinciali
  • 3 scuole
  • 2 consolidamenti,
  • 1 edilizia demaniale
  • 1 acqua e rifiuti.

Tra le 14 convenzioni indicate nella immagine che l’Ufficio speciale per la progettazione ha messo in rete, anche, il testo delle seguenti:

  1. Prima Convenzione del 3 aprile 2019 con il Libero Consorzio comunale di Trapani
  2. Seconda Convenzione del 3 aprile 2019 con il Libero Consorzio comunale di Trapani
  3. Convenzione del 4 aprile 2019 con il comune di Marineo
  4. Convenzione del 16 aprile 2019 con il comune di Altofonte
  5. Convenzione del 18 aprile 2019 con il comune di Campobello di Licata
  6. Convenzione del 19 aprile 2019 con il comune di Altofonte

Saremmo curiosi di sapere cosa ne pensano il CNAPPC (Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori) ed il CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) che hanno già tuonato contro laCentrale per la progettazione delle opere pubblicheprevista all’articolo 1, commi 86-93 della legge di bilancio 2019.

Non aggiungiamo altro e siamo assolutamente d’accordo con chi nelle pagine di questo giornale ha già affermato che si tratta di stataliste e desuete centrali di progettazione che cercano di togliere ai liberi professionisti il ruolo principe del progettare ma aggiungiamo che si tratta, anche, di concorrenza sleale per il fatto stesso che gli affidamenti si concludono senza alcuna gara, senza che siano state accertate le competenze di chi deve effettuare la progettazione e senza alcun corrispettivo, come è possibile rilevare dalle convenzioni già stipulate dall’Ufficio speciale per la progettazione regionale.

Questa volta l’amaro risultato di una Regione siciliana che ha battuto sul tempo il Governo nazionale che non ha ancora definito il DPCM relativo alla “Centrale per la progettazione delle opere pubbliche”.

Restiamo in attesa di sapere cosa ne pensano i vertici delle categorie professionali interessate.

A cura di arch. Paolo Oreto

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa