Emergenza Coronavirus Covid-19: Direttiva e circolare su lavoro agile nelle Pubbliche amministrazioni

16/03/2020

7.552 volte
Emergenza Coronavirus Covid-19: Direttiva e circolare su lavoro agile nelle Pubbliche amministrazioni

Ai fini della prevenzione e del contenimento della diffusione dell’infezione da coronavirus (COVID-19), le amministrazioni pubbliche sono invitate a potenziare il ricorso al lavoro agile, individuando modalità semplificate e temporanee di accesso alla misura, con riferimento al personale complessivamente inteso, e senza distinzione di categoria di inquadramento e di tipologia di rapporto di lavoro.

Con l’introduzione del decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9, recante “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19”, è superato il regime sperimentale dell’obbligo per le amministrazioni di adottare misure organizzative per il ricorso a nuove modalità spazio-temporali di svolgimento della prestazione lavorativa con la conseguenza che la misura già oggi opera a regime.

Con la Direttiva n. 1 del 25 febbraio 2020 (successivamente sostituita integralmente dalla Direttiva n. 2 del 12 marzo 2020) il ministro per la pubblica amministrazione ha fornito “Prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di cui all’articolo 1 del decreto-legge n. 6 del 2020”.

Con la Circolare n.1 del 4 marzo 2020 il ministro della PA ha fornito indicazioni finalizzate a privilegiare modalità flessibili di svolgimento della prestazione lavorativa e le modalità di ricorso al lavoro agile con modalità semplificate di accesso.

Successivamente, con la Direttiva n. 2 del 12 marzo 2020 (che sostituisce, integralmente la Direttiva n. 1 del 25 febbraio 2020) il ministro per la PA, tra le linee di comportamento rivolte alle amministrazioni, ha dato un'ulteriore spinta al lavoro agile indicandolo, in questa fase di emergenza, come forma organizzativa ordinaria. 

Richiamando tutte le amministrazioni pubbliche ad una comune presa di responsabilità per far fronte all’emergenza sanitaria, ribadiamo l’importanza per tutta la PA di operare in ottica di prevenzione e contenimento della diffusione dell’infezione da coronavirus (COVID-19).

In allegato il format per l’autorizzazione predisposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa