Superbonus 110%: anche Poste Italiane su cessione del credito e prodotti assicurativi

21/09/2020

35.566 volte
Superbonus 110%: anche Poste Italiane su cessione del credito e prodotti assicurativi

Superbonus 110%: tutti vogliono le nuove detrazioni fiscali del 110% (c.d. superbonus) previste dal D.L. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) per il miglioramento energetico e strutturale degli edifici. Ma, come facilmente intuibile, l'aspetto principale delle nuove detrazioni, resta quello di poter intervenire senza attendere i 5 anni per portare in detrazione le spese ma usufruendo delle due alternative previste: sconto in fattura e cessione del credito.

Superbonus 110%: le alternative alle detrazioni fiscali

L'interesse dei contribuenti verso le due opzioni previste dal Decreto Rilancio (la cui scelta potrà essere trasmessa all'Agenzia delle Entrate a partire dal 15 ottobre 2020) ha generato nuovi prodotti da parte di Banche e Assicurazioni sempre più protagoniste

Dopo aver le offerte Unicredit, Intesa Sanpaolo e Generali Italia, tutte allineate su 102 euro ogni 110 euro di credito maturato (per i privati), arrivano le proposte di Poste Italiane che ha previsto a tutti i titolari di un conto corrente BancoPosta la cessione dei crediti d’imposta non solo per il superbonus 110% ma anche per tutti quelli previsti dal Decreto Rilancio:

  • 60% per adeguamento ambienti di lavoro;
  • 60% per sanificazione e dispositivi di protezione;
  • 60% per canone di locazione immobili ad uso non abitativo e affitto d’azienda;
  • Tax Credit Vacanze.

Superbonus 110%: sconto in fattura e cessione del credito

Come ricordato da Poste Italiane, per quanto riguarda il superbonus 110% i contribuenti possono recuperare il credito d’imposta detraendolo dalle tasse oppure scegliere tra queste due opzioni:

  • Sconto in fattura - Il Cittadino può cedere il suo credito d'imposta all’Impresa che effettua i lavori a fronte di uno sconto in fattura fino ad un importo massimo pari alla spesa sostenuta e sempre nei limiti di spesa previsti dalla normativa di riferimento. L’Impresa a sua volta può decidere di cedere il credito a soggetti terzi, inclusa Poste Italiane, e ottenere liquidità in un’unica soluzione.
  • Cessione del credito - Il Cittadino o l’Impresa possono cedere il proprio credito d'imposta a soggetti terzi, inclusa Poste Italiane, e ottenere liquidità in un’unica soluzione.

Superbonus 110%: la soluzione Poste Italiane per la cessione del credito

Con la cessione del credito, i titolari di un conto corrente BancoPosta potranno cedere a Poste Italiane i propri crediti d’imposta relativi ai bonus fiscali previsti dal Decreto Rilancio, ottenendo la liquidità in un’unica soluzione.

Per sottoscrivere la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane direttamente on line, sarà necessario, oltre ad essere titolari di un conto corrente BancoPosta, avere il servizio di internet banking attivo. Dal 19 ottobre, la cessione potrà essere sottoscritta anche presso gli Uffici Postali.

Per i Cittadini titolari di un conto corrente BancoPosta e di un credito d’imposta secondo i requisiti previsti dalla normativa di riferimento, la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane sarà disponibile dal 19 ottobre secondo modalità e termini che verranno successivamente comunicati.

Per le Imprese e Liberi Professionisti titolari di un conto corrente BancoPosta con internet Banking attivo, la soluzione di cessione del credito di Poste Italiane è disponibile attraverso la procedura di richiesta on line. Scopri quali crediti puoi cedere fin da subito.

Non è ancora chiaro a quanto ammonterà la proposta di Poste Italiane, ovvero a quanto acquisteranno i 110 euro di credito maturato ogni 100 euro di spesa. Siamo certi però che questa percentuale non si discosterà dalle proposte degli altri concorrenti.

Superbonus 110%: i prodotti assicurativi Poste Italiane per i Cittadini

In caso di cessione del credito d’imposta derivante da interventi di riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) ad un'impresa di assicurazione, inclusa Poste Assicura, i Cittadini potranno sottoscrivere la polizza per la copertura di eventi catastrofali detraibile al 90% - anziché al 19% (come attualmente previsto per ipotesi diverse da quelle del D.L. n. 34/2020 convertito con modifiche nella L. n. 77/2020), secondo le modalità che verranno successivamente comunicate.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa