ANCE: Una guida pratica sull’Econonus e sul Sismabonus

L’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) ha predisposto una interessante guida pratica alle agevolazioni Ecobonus e Sismabonus che approfondisce ed ...

27/09/2017
© Riproduzione riservata
ANCE: Una guida pratica sull’Econonus e sul Sismabonus

L’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) ha predisposto una interessante guida pratica alle agevolazioni Ecobonus e Sismabonus che approfondisce ed illustra, anche attraverso delle slides riepilogative, la disciplina fiscale e le modalità operative per accedere ai benefici, aggiornata con le più recenti novità normative e di prassi. La guida è stata presentata al Convegno “Ecobonus e sismabonus, la grande occasione per la sicurezza e l’efficienza energetica della casa”, a cui hanno preso parte il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e il viceministro dell’Economia, Enrico Morando. Aprendo il  convegno il presidente dell’Ance, Giuliano Campana ha affermatoAbbiamo a disposizione una serie di strumenti fiscali che possono innescare quel grande piano di manutenzione e riqualificazione che auspichiamo da tempo, ma servono miglioramenti per renderli sempre più efficienti e duraturi”.

Nella guida è ricordato che la legge di Bilancio per il 2017 (legge 11 dicembre 2016, n.232) ha introdotto importanti novità sui cosiddetti “bonus fiscali”, prevendendone, oltre alla proroga, anche una rimodulazione per incentivare maggiormente gli interventi di risparmio energetico, e di riduzione del rischio sismico, estesi ad interi condomini oltre che a singole unità e porzioni immobiliari.

Nello specifico, oltre alla proroga per un ulteriore anno del potenziamento al 50% della detrazione IRPEF per le spese di recupero edilizio delle abitazioni, è stato previsto, da quest’anno:

  • la proroga della detrazione potenziata per gli interventi di riqualificazione energetica, fino a 5 anni in caso di interventi effettuati su edifici condominiali, accompagnata da una rimodulazione degli incentivi con maggiori premialità per gli interventi più incisivi (cd. “Ecobonus”);
  • la proroga quinquennale della detrazione riconosciuta per interventi di prevenzione sismica, anch’essa accompagnata da premialità crescenti in caso di riduzione di classificazione di rischio sismico dell’edificio e per interventi su edifici condominiali (cd. “Sismabonus”).

Per entrambi i bonus, inoltre, in caso di interventi condominiali, viene estesa la disciplina della “cessione del credito” a favore dei contribuenti che, su opzione, decidono di cedere la detrazione spettante alle imprese esecutrici o a “soggetti privati”.

Si tratta, nella sostanza, dell’estensione della norma in vigore già dal 2016 (che consente, per i soggetti “incapienti” - pensionati con reddito sino a 7.500 euro o lavoratori dipendenti con reddito sino a 8.000 euro - di cedere il credito fiscale alle imprese che hanno realizzato i lavori di riqualificazione energetica), con una modifica che permette la cessione, non solo ai soggetti incapienti e non solo nei confronti delle imprese esecutrici, ma anche di altri soggetti privati1.

Le modalità operative della suddetta cessione sono state emanate dall’Agenzia delle Entrate, con i Provvedimenti n. 108572 dell’8 giugno 2017 per il “Sismabonus condomini” e n. 165110 del 28 agosto 2017 per il “Ecobonus condomini”.

Con l’emanazione di tali atti, il quadro normativo sulle modalità attuative dei “bonus” è sostanzialmente completo e gli interventi di efficientamento energetico e di prevenzione sismica degli edifici possono essere avviati, anche utilizzando il meccanismo della cessione del credito d’imposta che, ad avviso dell’ANCE, dovrebbe consentire l’attuazione dei piani di rigenerazione urbana di cui il Paese necessita.

In allegato la Guida pratica ANCE

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati

Link Correlati

Ance