Architetti: siglato Protocollo d'Intesa con l'Associazione Internazionale di Interior Design (IIDA)

Implementazione di accordi per lo sviluppo delle attività professionali; ricerca e sviluppo congiunti nello scambio di know-how nei settori della progettazi...

21/04/2015
© Riproduzione riservata
Architetti: siglato Protocollo d'Intesa con l'Associazione Internazionale di Interior Design (IIDA)
Implementazione di accordi per lo sviluppo delle attività professionali; ricerca e sviluppo congiunti nello scambio di know-how nei settori della progettazione e della pianificazione, del project management e project financing; definizione ed implementazione di progetti comuni sia negli Stati Uniti d'America che in Italia per valorizzare la cooperazione e i risultati di accrescimento congiunto che ne derivino.

Sono questi alcuni degli obiettivi fissati dal Protocollo d'intesa tra il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, l'Ordine degli Architetti di Milano e Provincia e l'Associazione Internazionale di Interior Design (IIDA) per incentivare gli scambi culturali, le esperienze professionali e di formazione tra professionisti operanti in Italia e negli Stati Uniti d'America.

L'iniziativa è stata realizzata nell'ambito del "Progetto di Internazionalizzazione" che il Consiglio Nazionale degli Architetti ha lanciato da tempo con lo scopo di individuare nuove opportunità di lavoro all'estero per i progettisti italiani, di valorizzare le competenze e le professionalità, e di supportare quanti già svolgano attività fuori dai confini nazionali, oltre a promuovere lo sviluppo di scambi culturali e attività professionali comuni.

A questo fine il Protocollo prevede anche l' organizzazione, in entrambi i Paesi, di eventi congiunti quali fiere, mostre, tavole rotonde; la partecipazione a tender internazionali istituzionali che coinvolgano entrambi i Paesi; l'organizzazione di corsi e seminari di formazione e specializzazione; l'organizzazione congiunta di concorsi di progettazione e/o di idee in entrambi i Paesi.

A cura di Ufficio Stampa CNAPPC