Conto Termico: Aggiornato dal GSE il Contatore al 1° agosto 2016

Nella home page del GSE è stato aggiornato il Contatore che consente di visualizzare i principali dati sull’andamento del “Conto Termico”, il meccanismo ince...

09/08/2016
© Riproduzione riservata
Conto Termico: Aggiornato dal GSE il Contatore al 1° agosto 2016

Nella home page del GSE è stato aggiornato il Contatore che consente di visualizzare i principali dati sull’andamento del “Conto Termico”, il meccanismo incentivante introdotto dal DM 28 dicembre 2012. Al 1° agosto 2016 risultano ammesse all’ incentivo 21.587 richieste, 606 in più rispetto al mese precedente, per un totale di incentivi complessivamente impegnati pari a circa 80 milioni di euro (+2,87 milioni), di cui circa 64 milioni di euro (+2,53 milioni) riconducibili ad interventi effettuati da Soggetti privati e circa 16 milioni di euro (+0,34 milioni) a interventi effettuati da Amministrazioni pubbliche.

L’impegno di spesa annua cumulata per il 2016 è di circa 33 milioni di euro, di cui circa 26 milioni di euro per i Soggetti privati e circa 7 milioni di euro per le Amministrazioni pubbliche. L’impegno di spesa annua cumulata per il 2017 è di circa 17 milioni di euro (+1,43 milioni), di cui circa 1 milione di euro riconducibile alle Amministrazioni pubbliche e circa 16 milioni di euro a Soggetti privati. Tali importi sono riferibili al “Conto Termico 1.0” (DM 28/12/2012). L’attivazione di ulteriori contratti, riferibili al CT 1.0, nel semestre in corso (luglio–dicembre 2016) produrrà l’incremento degli importi impegnati a partire dal 1°semestre 2017, con pagamento della prima rata il 31 gennaio 2017.

L’ammissione agli incentivi delle richieste inviate dal 31 maggio 2016, riferite al “Conto Termico 2.0” (DM 16/02/2016), comporterà l’incremento degli importi impegnati per l’anno 2016. L’erogazione degli incentivi riconosciuti è prevista, infatti, nei 30 giorni successivi al bimestre in cui avviene la sottoscrizione della scheda-contratto, salvo la successiva erogazione di eventuali rate.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Tag: