Covid-19: Vaccini alle forze di polizia

Le indicazioni ai prefetti sui vaccini al personale di Polizia di Stato, Vigili del fuoco e Amministrazione civile

di Redazione tecnica - 15/02/2021
© Riproduzione riservata
Covid-19: Vaccini alle forze di polizia

Il Ministero dell’Interno ha inviato a tutti i Prefetti la Circolare 11 febbraio 2021 avente ad oggetto “Piano nazionale di vaccinazione. Programma prioritarie per le Forze Armate e le Forse di Polizia.

Piano nazionale di vaccinazione

Nella Circolare è precisato che Il Commissario Straordinario per l'emergenza Covid 19, Domenico Arcuri ha reso noto che, nell'ambito del piano nazionale di vaccinazione, in corso di attuazione, il personale delle Forze Armate e delle Forze di Polizia, nonché del Corpo Nazionale  dei  Vigili  del  Fuoco  è stato  inserito  tra  i gruppi  prioritari.

Quadro esigenziale

I prefetti dovranno acquisire dai questori dei capoluoghi di regione e delle province autonome e dai direttori regionali e interregionali dei Vigili del fuoco il quadro esigenziale riferito al personale operante presso le strutture presenti negli ambiti di rispettiva competenza territoriale. Tale quadro, cautelativamente, dovrà ricomprendere l’intera platea dei potenziali destinatari, ancorché la somministrazione dei vaccini sia subordinata alla volontaria adesione da parte degli interessati.

Interlocuzione con le articolazioni sanitarie regionali

Nella circolare è, poi, precisato che i prefetti dovranno interloquire con le competenti articolazioni sanitarie regionali ai fini dell’attivazione della campagna vaccinale secondo i modelli organizzativi già indicati con la circolare del 10 febbraio 2021 della direzione centrale di Sanità del dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Intese con le autorità regionali

I prefetti, tenuto conto, anche, che nel documento di aggiornamento del Piano strategico nazionale dei vaccini elaborato dal ministero della Salute è indicata l’ulteriore categoria “altri servizi essenziali”, potranno avviare intese con le autorità regionali per ricomprendere nel programma prioritario di vaccinazioni anche il personale dell'Amministrazione civile dell'Interno in servizio presso le prefetture o presso articolazioni territoriali funzionalmente e gerarchicamente dipendenti dai dipartimenti interessati.

Vai allo Speciale Coronavirus Covid-19

A cura di Redazione LavoriPubblici.it