Edilizia Privata: le proroghe del Decreto Legge n. 244/2016 (Milleproroghe) convertito in legge

Con la pubblicazione in Gazzetta (S.O. 17/L alla G.U. n. 49 del 28/02/2017) della legge 27 febbraio 2017, n. 19 di conversione del decreto legge 30 dicembre ...

23/03/2017
© Riproduzione riservata
Edilizia Privata: le proroghe del Decreto Legge n. 244/2016 (Milleproroghe) convertito in legge

Con la pubblicazione in Gazzetta (S.O. 17/L alla G.U. n. 49 del 28/02/2017) della legge 27 febbraio 2017, n. 19 di conversione del decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244 (c.d. Milleproroghe) sono state confermate molte delle proroghe previste per il settore dell'edilizia privata.

Di seguito una sintesi di quelle più interessanti.

Adeguamento alla normativa antincendio per Asilo nido e Strutture alberghiere (art. 4, comma 2-bis e art. 5, comma 11-sexies) - E’ prorogato al 31 dicembre 2017 il termine per l'adeguamento alla normativa antincendio per gli edifici ed i locali adibiti a asilo nido, per i quali, alla data di entrata in vigore del provvedimento non si sia ancora provveduto all'adeguamento antincendio previsto dall'articolo 6, comma 1, lettera a) del decreto del Ministero dell'interno 16 luglio 2014; è, anche, viene prorogato, dal 31 dicembre 2016 al 31 dicembre 2017, il termine di cui all’art. 11, comma 1 del decreto-legge n. 150/2013 convertito dalla legge n. 15/2014, per l’adeguamento alla normativa antincendio delle strutture alberghiere aventi determinate caratteristiche.

Detrazione Irpef acquisto di abitazioni in classe energetica A o B (art. 9, commi 9-octies -9-undecies) - È prorogata a tutto il 2017 della norma di cui art.1, comma 56, legge n. 208/2015 (Legge di Stabilità 2016), che prevede una detrazione Irpef commisurata al 50% dell’IVA dovuta sull’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo, a decorrere dal periodo d’imposta nel quale l’acquisto è effettuato.

Diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire (art. 13, comma 6-sexiesdecies) - viene modificato il comma 2 dell'articolo 17 del Dlgs 122/2005 sulle disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire. Viene, in particolare, esteso da 15 a 25 anni il periodo massimo per il quale è dovuto il contributo obbligatorio posto a carico dei costruttori tenuti all'obbligo di procurare il rilascio e di provvedere alla consegna della fideiussione prevista dalla legge. 

Impianti di produzione di energia termica (art. 12, comma 2) - Slittano dal 31 dicembre 2016 al 31 dicembre 2017 e dall’1 gennaio 2017 all’1 gennaio 2018 le percentuali del 35% e del 50% relative alla somma dei consumi previsti per l'acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento previste nell’allegato 3 comma 1, del decreto legislativo 3  marzo  2011, n. 28, recante “Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE”

Interventi in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 2016 o da altre calamità naturali e a interventi emergenziali (art. 14) - È prorogato al 31 dicembre 2017 il termine di sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui e di altri finanziamenti nei Comuni colpiti dal sisma del 2016, di cui al comma 1, lettera g, del decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189. È prorogata di ulteriori 6 mesi, limitatamente ai soggetti danneggiati che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, la sospensione temporanea dei termini di pagamento delle fatture (gas, elettricità, acqua, assicurazioni, telefonia, RAI). Viene ampliata, nell’ambito del pareggio di bilancio, la possibilità di spesa per gli enti terremotati per l’anno 2017 per interventi finalizzati a fronteggiare gli eccezionali eventi sismici e la ricostruzione, finanziati con avanzo di amministrazione o da operazioni di indebitamento, per i quali gli enti dispongono di progetti esecutivi redatti e validati in conformità alla vigente normativa, completi del cronoprogramma della spesa. In relazione alle esigenze connesse alla ricostruzione a seguito degli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016, per l’anno 2017 è assegnato in favore dei Comuni interessati dagli eventi sismici un contributo straordinario a copertura delle maggiori spese e delle minori entrate per complessivi 32 milioni di euro. Viene rifinanziato per il 2017 il contributo straordinario per la ricostruzione in favore del Comune de L’Aquila.

Ristrutturazioni scuole (art. 4, commi 1 e 2) - Relativamente all’edilizia scolastica, il Governo consente ai Comuni di poter utilizzare le risorse stanziate per interventi di ristrutturazione e di spostare il pagamento dei lavori fino al 31 dicembre 2017. La proroga si rende necessaria, in quanto gli enti locali hanno potuto aggiudicare le gare per l’esecuzione dei lavori solo entro il 29 febbraio 2016 con conseguente ritardo sugli interventi di risanamento degli edifici.

Sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore (art. 6, comma 10) - Disposto il rinvio al 30 giugno 2017 del termine - precedentemente fissato al prossimo 31 dicembre 2016 - entro cui nei condomini occorre installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore.

Sistri - Viene prorogato, per la quarta volta e fino al 31 dicembre 2017 il subentro del nuovo concessionario e il periodo in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri). È altresì prorogato fino al subentro del nuovo concessionario e comunque non oltre il 31 dicembre 2017 anche il dimezzamento delle sanzioni concernenti l’omissione dell’iscrizione al Sistri e del pagamento del contributo per l’iscrizione stessa.

Locazioni passive/Istat (art. 13 comma 3) - Viene esteso a tutto il 2017 il termine di efficacia della disposizione contenuta nell’articolo 3 co. 1 del D.L. n. 95/2012 già oggetto di numerosi rinvii. Resta perciò attivo il blocco dell’adeguamento automatico dei canoni di locazione passiva per gli immobili dati in locazioni alle pubbliche amministrazioni (inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'ISTAT) utilizzati per fini istituzionali. La relazione tecnica precisa che la proroga si è resa necessaria  in considerazione del perdurare dell’eccezionalità della situazione economica e della necessità di raggiungere gli obiettivi di contenimento della spesa pubblica.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it