Lombardia: 2,1 milioni per prevenire il rischio sismico

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia Serie Ordinaria n. 31 di giovedì 4 agosto 2016, è pubblicata la delibera di Giunta regionale n. X/5527 del 2...

08/08/2016
© Riproduzione riservata
Lombardia: 2,1 milioni per prevenire il rischio sismico

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia Serie Ordinaria n. 31 di giovedì 4 agosto 2016, è pubblicata la delibera di Giunta regionale n. X/5527 del 2 agosto 2016 recante “Interventi strutturali di prevenzione del rischio sismico sugli edifici strategici e rilevanti, in attuazione dell’ordinanza del capo del dipartimento di protezione civile n. 293/2015 (art. 2, comma 1, lettera b) - Criteri per l’individuazione degli interventi prioritari nelle zone a maggior rischio sismico”.

Con la delibera uno stanziamento di 2,1 milioni di euro per prevenire il rischio sismico in 202 Comuni delle Province di Brescia (147), Bergamo (42) e Mantova (13) che potrà essere utilizzato: per edifici, strutture ed opere di proprietà delle amministrazioni comunali, con finalità di protezione civile, con il seguente ordine di priorità:

a) gli interventi riguardanti le sedi di amministrazioni comunali, ospitanti funzioni e attività connesse con la gestione delle emergenze, individuate dai piani di emergenza comunali;

b) le strutture, come definite nell’Allegato A al richiamato decreto dirigenziale n. 19904/2003, che assumono rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile e che risultano individuate dai piani di emergenza comunali, dotati di studi di microzonazione sismica per l’intero territorio comunale di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a) dell’OCDPC 293/2015;

c) gli interventi di prevenzione del rischio sismico di edifici ed opere di interesse strategico in comuni non compresi nell’allegato 7 dell’OCDPC 293/2015, purché dotati dell’indagine di microzonazione sismica sull’intero territorio comunale, di studi relativi alla risposta sismica locale, che permettano di individuare le zone stabili suscettibili di amplificazioni locali del moto sismico e le zone suscettibili di instabilità, e dell’analisi della Condizione Limite per l’Emergenza.

La delibera è stata illustrata in conferenza stampa dopo giunta dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali. "Per noi la sicurezza dei cittadini è una priorità - ha detto Bordonali - e quindi vogliamo occuparcene con iniziative concrete, puntando tanto sulla prevenzione. Questi fondi serviranno infatti a finanziare interventi sulle sedi di quelle amministrazioni comunali in cui vengono gestite le necessità successive al verificarsi di un'emergenza. E ancora, potranno essere usate anche per edifici strategici per la attività della Protezione civile ed edifici scolastici pubblici".

 Allegato alla presente notizia la delibera e l'elenco dei 202 Comuni che potranno beneficiarne. I Comuni con codice 16 si trovano in provincia di Bergamo, 17 in provincia di Brescia e 20 in provincia di Mantova.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it