Lombardia : 4,5 milioni per la realizzazione e riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica

"Il nuovo bando da 4,5 milioni per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica testimonia la concreta attenzione di Reg...

18/01/2016
© Riproduzione riservata
Lombardia : 4,5 milioni per la realizzazione e riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica

"Il nuovo bando da 4,5 milioni per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica testimonia la concreta attenzione di Regione Lombardia al mondo dello sport e conferma che noi annunciamo quello che concretamente facciamo".

Lo ha affermato l'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi, commentando la pubblicazione, sul Bollettino ufficiale di Regione Lombardia (Burl), del “Bando 2015 per l'assegnazione di contributi regionali in conto capitale per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica”.

LA DOTAZIONE DEL FONDO - "Grazie a questo bando - spiega l'assessore Rossi - mettiamo a disposizione di Province, Comuni e Città metropolitane, Comunità montane e Unione di Comuni, che siano proprietari di queste strutture, una dotazione che dispone di 2,25 milioni nel 2016 e altrettanti nel 2017, fondi veri, concreti".

QUANDO PRESENTARE LE DOMANDE - Tre le linee di finanziamento previste dal bando, sulla base dei criteri approvati lo scorso 6 novembre dalla Giunta, con un contributo a partire da 50.000 euro, a fronte di una spesa ammissibile pari almeno a 100.000, e fino a 250.000, con una spesa ammissibile di 500.000. Le domande potranno essere presentate dalle ore 10 del 25 febbraio alle 16 del 25 marzo attraverso l'applicativo informatico messo a disposizione da Regione Lombardia e raggiungibile sul web all'indirizzo www.agevolazioni.regione.lombardia.it, cui ci si potrà registrare, se non già fatto, anche prima dell'apertura della finestra per la presentazione delle domande di ammissione al finanziamento.

IMPIANTISTICA NOSTRA PRIORITÀ - "L'impiantistica sportiva in questo Paese rimane un problema - sottolinea l'assessore - Fino a qualche anno fa eravamo all'avanguardia, ma ora, invece, servono interventi seri di adeguamento e di ammodernamento. In Lombardia ci sono 20.000 impianti e almeno il 60 per cento di questi avrebbe bisogno di lavori di manutenzione e di messa a norma. Per questo, come Regione, abbiamo deciso di intervenire e, da quando ci siamo insediati, abbiamo già realizzato tre bandi a favore dell'impiantistica sportiva pubblica. Avere impianti moderni e adatti alla pratica motoria e sportiva è una nostra priorità".

PROGRAMMAZIONE CHIARA - "Abbiamo tracciato per il prossimo triennio - continua l'assessore - un programma chiaro per sostenere il settore impiantistico con le risorse a nostra disposizione e che purtroppo, di anno in anno, si riducono a causa dei continui tagli dello Stato Centrale. In particolare, con questo bando, abbiamo sostenuto prioritariamente le strutture sportive scoperte premiando quelle virtuose che dimostrano attenzione alla sostenibilità gestionale e al risparmio energetico con conseguente minor inquinamento atmosferico".

EFFICIENZA GESTIONALE - "Credo sia importante - conclude Antonio Rossi - non solo riammodernare e rendere agibile l'impianto sportivo, ma anche pensare alla sua fruibilità negli anni futuri. Purtroppo, in Italia, abbiamo un elenco lungo di strutture sportive realizzate e ormai in disuso. Questo bando dimostra che si può andare in direzione opposta e premiare la programmazione e l'efficienza".

A cura di Ufficio Stampa Regione Lombardia