Lombardia: Nuove modalità di calcolo apporto FER da pompe di calore

La giunta della Regione Lombardia nella seduta del 27 febbraio 2017 ha approvato la deliberazione n. X /6276 avente ad oggetto “Aggiornamento delle disposizi...

10/03/2017
© Riproduzione riservata
Lombardia: Nuove modalità di calcolo apporto FER da pompe di calore

La giunta della Regione Lombardia nella seduta del 27 febbraio 2017 ha approvato la deliberazione n. X /6276 avente ad oggetto “Aggiornamento delle disposizioni per l’efficienza energetica degli edifici, approvate con dgr n. 3868 del 17.7.2015, in relazione alle modalità per calcolare il contributo delle fonti rinnovabili mediante l’uso delle pompe di calore”.

Con la citata deliberazione è stata adottata una diversa modalità per calcolare il contributo delle fonti rinnovabili nella produzione energetica mediante pompe di calore ed è stato deliberato di:

  1. aggiornare i contenuti delle proprie disposizioni per l’efficienza energetica degli edifici, approvate con dgr n. 3868 del 17.7.2015, facendo proprio il principio di calcolo proposto dal Comitato Termotecnico Italiano per calcolare l’energia rinnovabile estratta dall’ambiente per produrre energia termica con le pompe di calore, riconoscendo la maggior efficienza derivante dall’impiego diretto dell’energia primaria, valorizzando conseguentemente la quota di energia rinnovabile estratta dalle pompe di calore a gas;
  2. dare mandato al Dirigente competente di provvedere, entro 30 giorni dall’approvazione deliberazione, ad integrare le disposizioni allegate al decreto n. 176/2017 con le modalità di calcolo come definitenella suddetta proposta, da integrare nel software CENED +2.0, stabilendo che l’applicazione della metodologia decorra dalla data in cui sarà pienamente operativa la versione del software;
  3. di adeguare il software Cened + 2.0, gestito da Infrastrutture Lombarde e messo a disposizione dei certificatori energetici per redigere l’Attestato di Prestazione Energetica degli Edifici, alla metodologia di cui al punto 2.

In allegato il testo integrale della deliberazioe n. X /6276 del 27 febbraio 2017

A cura di Redazione LavoriPubblici.it