Prezzi delle abitazioni: I trimestre 2015 in diminuzione per il prezzo delle abitazioni esistenti e nuove

Nel primo trimestre 2015 continua il calo dei prezzi delle abitazioni e si conferma, altresì, la tendenza al calo congiunturale e tendenziale dei prezzi dell...

06/07/2015
© Riproduzione riservata
Prezzi delle abitazioni: I trimestre 2015 in diminuzione per il prezzo delle abitazioni esistenti e nuove
Nel primo trimestre 2015 continua il calo dei prezzi delle abitazioni e si conferma, altresì, la tendenza al calo congiunturale e tendenziale dei prezzi delle abitazioni in atto da circa tre anni. Nel primo trimestre 2015, sulla base delle stime preliminari, l'indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, è diminuito dello 0,7% rispetto al trimestre precedente e del 3,4% nei confronti dello stesso periodo del 2014.
Ed, inoltre, per le abitazioni nuove i prezzi risultano al di sotto di quelli medi del 2010.

L’Istat spiega, poi, che il calo congiunturale è dovuto, principalmente, alle diminuzioni dei prezzi sia delle abitazioni esistenti (-1,0% rispetto al terzo trimestre 2014) che quelle nuove (-0,7% rispetto al terzo trimestre 2014).
Analogamente la flessione tendenziale, che continua a ridursi in ampiezza (un punto percentuale in meno rispetto a quella del trimestre precedente), è la sintesi delle diminuzioni dei prezzi sia delle abitazioni esistenti (-3,8%) sia di quelle nuove (-2,0%).
Come risultato di questi andamenti, il differenziale in valore assoluto tra la variazione tendenziale dei prezzi delle abitazioni esistenti e quella dei prezzi delle abitazioni nuove si riduce a 1,8 punti percentuali, il minimo da quando è possibile calcolare la serie storica delle variazioni tendenziali dell'IPAB

Anche iI dato congiunturale conferma il quadro di generale ribasso dei prezzi. Quello registrato nel primo trimestre 2015 è infatti il quattordicesimo calo congiunturale consecutivo e per la prima volta è il risultato di una diminuzione dei prezzi delle abitazioni nuove (-1,0%) più ampia di quella delle abitazioni esistenti (-0,5%).
Con le stime preliminari del primo trimestre 2015 la diminuzione dei prezzi delle abitazioni rispetto al 2010 raggiunge il -13,7%. Alla riduzione concorrono sia le abitazioni esistenti, i cui prezzi, nello stesso periodo, sono scesi del 18,6%, sia le nuove per le quali si registra una variazione negativa dell'1,5%.

Il testo integrale allegato alla presente notizia contiene tutti gli indici a partire dal 2010 che sono,anche, riportati su www.lavoripubblici.it alla pagina relativa agli Indici, Interessi e Tassi.
Ricordo che l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) misura la variazione nel tempo dei prezzi degli immobili residenziali nuovi o esistenti (appartamenti, case unifamiliari, case a schiera, ecc.) acquistati dalle famiglie sia per fini abitativi sia per fini d’investimento. Nel campo d’osservazione sono incluse tutte le transazioni siano esse da famiglia a famiglia o da altro settore a famiglia. Oggetto di rilevazione sono i prezzi di mercato e il prezzo dell’abitazione include quello del terreno.
L’indice IPAB viene rilasciato con cadenza trimestrale e si compone di due sub-indici:
  • l’indice dei prezzi delle abitazioni nuove;
  • l’indice dei prezzi delle abitazioni esistenti.

Gli indici dei prezzi delle abitazioni del trimestre di riferimento sono provvisori e soggetti a revisione in quanto la scadenza della loro diffusione non consente di disporre della totalità degli atti del trimestre in questione; i dati diventeranno definitivi il trimestre successivo, momento in cui le informazioni mancanti si rendono disponibili. Le serie storiche, inoltre, potranno subire revisioni in seguito alla disponibilità di informazioni aggiuntive che sono tuttora in corso di acquisizione.

A cura di Gabriele Bivona

Link Correlati

Tassi Istat