Sardegna, il Governo impugna la legge urbanistica ed edilizia

Impugnata la Legge della Regione Sardegna 3 luglio 2017, n. 11 recante “Disposizioni urgenti in materia urbanistica ed edilizia. Modifiche alla legge regiona...

30/08/2017
© Riproduzione riservata
Sardegna, il Governo impugna la legge urbanistica ed edilizia

Impugnata la Legge della Regione Sardegna 3 luglio 2017, n. 11 recante “Disposizioni urgenti in materia urbanistica ed edilizia. Modifiche alla legge regionale n. 23 del 1985, alla legge regionale n. 45 del 1989, alla legge regionale n. 8 del 2015, alla legge regionale n. 28 del 1998, alla legge regionale n. 9 del 2006, alla legge regionale n. 22 del 1984 e alla legge regionale n. 12 del 1994” (Bollettino Ufficiale Regione Sardegna 6 luglio 2017, n. 31).

Lo ha annunciato il Consiglio dei Ministri n. 42 del 29 agosto 2017 che avendo esaminato la legge edilizia sarda, ha deciso di impugnarla in quanto alcune norme prevedono interventi che si pongono in contrasto con le norme fondamentali in materia di paesaggio contenute nella legislazione statale, eccedendo in tal modo dalle competenze statutarie attribuite alla Regione Sardegna dallo Statuto speciale di autonomia, e violando l’art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati