Sismabonus 110% e ordinario: tutte le asseverazioni tecniche

Facciamo un po' di chiarezza sulle asseverazioni tecniche necessarie per la fruizione del sismabonus 110% e ordinario

di Redazione tecnica - 12/02/2021
© Riproduzione riservata
Sismabonus 110% e ordinario: tutte le asseverazioni tecniche

Sismabonus e asseverazioni tecniche: facciamo un po' di ordine. Per la fruizione delle detrazioni fiscali previste per gli interventi di riduzione del rischio sismico sono previsti una serie di adempimenti tra i quali l'attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell'efficacia degli interventi effettuati (la c.d. asseverazione tecnica).

Sismabonus e asseverazione tecnica

Tale asseverazione tecnica è stata prevista all'interno dell'art. 16, comma 1-quater del D.L. n. 63/2013 e definita per la prima volta dal Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 28 febbraio 2017, n. 58 recante "Sismabonus - Linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni nonché le modalità per l'attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell'efficacia degli interventi effettuati".

Allegati al DM n. 58/2017 erano riportati:

  • l'allegato A con le Linee guida classificazione rischio sismico costruzioni;
  • l'allegato B contenente il modello di asseverazione del progettista.

L'avvento del Sismabonus 110%

Con l'avvento del Sismabonus 110% (anche detto supersismabonus) di cui all'art. 119, comma 4 del Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. Decreto Rilancio), è stato previsto che per gli interventi di riduzione del rischio sismico, l'efficacia degli stessi è asseverata dai professionisti incaricati della progettazione strutturale, della direzione dei lavori delle strutture e del collaudo statico. Una novità riguarda anche il fatto che i professionisti incaricati attestano altresì la corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.

La modifica ai modelli di asseverazione tecnica

Per questo motivo si è resa necessaria una modifica al DM n. 58/2017. Modifica arrivata con la pubblicazione del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 6 agosto 2020, n. 329 che riporta i seguenti allegati (riportati di seguito in ordine cronologico di utilizzo):

  • Allegato B - Asseverazione del progettista da allegare alla richiesta del titolo edilizio
  • Allegato 1 - Asseverazione del direttore dei lavori per stato di avanzamento
  • Allegato B1 - Asseverazione del direttore dei lavori a fine lavori
  • Allegato B2 - Asseverazione del collaudatore a fine lavori

Le asseverazioni di cui agli allegati B, B1 e 1 contengono anche l'attestazione di congruità dei costi.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it