Terremoto centro Italia: firmata l'Ordinanza n. 26/2017

È stata firmata dal Commissario del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016, Vasco Errani, l'Ordinanza 29 maggio ...

06/06/2017
© Riproduzione riservata
Terremoto centro Italia: firmata l'Ordinanza n. 26/2017

È stata firmata dal Commissario del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016, Vasco Errani, l'Ordinanza 29 maggio 2017, n. 26 recante "Linee direttive per la ripartizione e l’assegnazione delle risorse per la costituzione ed il funzionamento degli Uffici speciali per la ricostruzione e modifiche all’ordinanza n. 1 del 10 novembre 2016 recante “Schema tipo di convenzione per l’istituzione dell’Ufficio comune denominato «Ufficio speciale per la ricostruzione post sisma 2016” di cui all’art. 3 del decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189»".

L'Ordinanza è formata dai seguenti 5 articoli:

  • Articolo 1 - Ripartizione delle risorse per spese di funzionamento degli Uffici speciali per la ricostruzione
  • Articolo 2 - Trasferimento delle risorse
  • Articolo 3 - Modifica dell’ordinanza n. 1 del 10 novembre 2016
  • Articolo 4 - Disposizione finanziaria
  • Articolo 5 - Dichiarazione d’urgenza e provvisoria efficacia

Nel dettaglio, l'art. 3, comma 1-ter del D.L. n. 189/2016 (convertito con modificazioni dalla Legge n. 229/2016) prevede che le spese di funzionamento degli Uffici speciali per la ricostruzione, diverse da quelle disciplinate dal comma 1, sono a carico del Fondo per la ricostruzione delle aree terremotate, nel limite di un milione di euro per ciascuno degli anni 2017 e 2018. L'assegnazione delle risorse finanziarie previste dal precedente periodo è effettuata con provvedimento del Commissario straordinario.

La nuova Ordinanza del Commissario del Governo per la ricostruzione prevede che tali risorse sono ripartite come segue:

  • per il 10% alla Regione Abruzzo;
  • per il 14% alla Regione Lazio;
  • per il 62% alla Regione Marche;
  • per il 14% alla Regione Umbria.

Come previsto all'art. 2 dell'Ordinanza n. 26/2017, al fine di assicurare la piena funzionalità degli Uffici speciali per la ricostruzione, le risorse previste per l’esercizio 2017 sono corrisposte a titolo di anticipazione nella misura del 50% dell’importo complessivo stanziato. A tal fine, entro quindici giorni dall’entrata in vigore della presente ordinanza, ciascun Presidente di Regione - Vicecommissario provvede a comunicare al Commissario Straordinario, ai fini del rimborso degli oneri già sostenuti per il primo avvio degli Uffici medesimi da parte di ciascuno degli Enti aderenti alla convenzione di costituzione stipulata in attuazione dell’ordinanza n. 1 del 10 novembre 2016 e dell’anticipazione delle somme occorrenti per completarne l’allestimento, i dati relativi alle spese di funzionamento a valere sulle risorse previste per l’esercizio 2017.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati