Energie rinnovabili, riaperto lo sportello per la presentazione delle istanze

Fino al 28 febbraio 2023 le imprese potranno presentare domanda per gli investimenti nei settori delle rinnovabili e delle batterie attraverso lo strumento dei Contratti di sviluppo

di Redazione tecnica - 29/11/2022
© Riproduzione riservata
Energie rinnovabili, riaperto lo sportello per la presentazione delle istanze

Con il Decreto Direttoriale del 16 novembre 2022​ del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MiMIT) , sono stati definiti i nuovi termini per la presentazione delle domande per l’accesso alle agevolazioni, a valere sullo strumento dei contratti di sviluppo, per il sostegno di programmi di sviluppo coerenti con le finalità della misura M2C2 dell’investimento 5.1 «Rinnovabili e batterie» del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), di cui al decreto ministeriale 27 gennaio 2022, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 36 del 12 febbraio 2022.

Energie innovabili: ok alle istanze per le imprese

Fino al 28 febbraio 2023, le imprese potranno presentare domanda per gli investimenti nei settori delle rinnovabili e delle batterie attraverso lo strumento dei Contratti di sviluppo. Le risorse a disposizione, stanziate nell'ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), ammontano a circa 360 milioni di euro, per programmi di sviluppo relativi ai seguenti ambiti:

  • Tecnologia PV (PhotoVoltaics), con particolare riferimento ai pannelli fotovoltaici innovativi ad alto rendimento (142,2 milioni circa);
  • Industria eolica, in relazione agli aerogeneratori di nuova generazione e taglia medio-grande (58,4 milioni di euro circa);
  • Settore Batterie, a sostegno della produzione nel settore (157,5 milioni circa).

I soggetti proponenti potranno richiedere che le agevolazioni siano concesse ai sensi delle disposizioni di cui al Titolo II del decreto del Ministro dello sviluppo economico 13 gennaio 2022 e del regime di aiuti SA.102702 (2022/N) “Investimenti in favore di una ripresa sostenibile” di cui alla decisione della Commissione europea C(2022) 4319 final del 20 giugno 2022, con riferimento a programmi di sviluppo da realizzare sull’intero territorio nazionale.

I Contratti di sviluppo sostengono programmi di investimento di grandi dimensioni, che possono essere realizzati da una o più imprese, anche in forma congiunta.

Le domande di agevolazione vanno presentate entro le ore 17:00 del 28 febbraio 2023 sul sito Invitalia (soggetto gestore della misura), a pena di invalidità, secondo le modalità ed i modelli indicati nell’apposita sezione dedicata ai Contratti di sviluppo.

 

Documenti Allegati