Mercato immobiliare: il report OMI sul terzo trimestre 2022

Continua il trend positivo sulle compravendite di abitazioni, negozi, uffici e terreni. La conferma nelle statistiche elaborate dall’Osservatorio del mercato immobiliare

di Redazione tecnica - 07/12/2022
© Riproduzione riservata
Mercato immobiliare: il report OMI sul terzo trimestre 2022

Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate i dati elaborati dall’Osservatorio del mercato immobiliare delle Entrate (OMI) relativi all’andamento delle compravendite di abitazioni, negozi, uffici e terreni nel periodo luglio-settembre di quest’anno.

Nei tre report sul terzo trimestre 2022 si evidenzia che sono stati compravenduti 175mila immobili residenziali, 53mila immobili appartenenti al settore non residenziale (suddivisi tra terziario-commerciale, produttivo e produttivo agricolo) e quasi 30mila ettari di terreni. È quest’ultimo settore quello con il tasso di crescita più elevato, pari a +5,8%, rispetto allo stesso trimestre del 2021.

Il mercato delle abitazioni

In riferimento al mercato degli immobili residenziali, OMI conferma che nel terzo trimestre del 2022 sono state scambiate 175.268 abitazioni, con un tasso di crescita delle compravendite in aumento dell’1,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e un incremento leggermente più alto nei capoluoghi (+2,2%). Più basso invece il tasso di crescita nelle otto principali città italian (+1,2%). La crescita maggiore nelle grandi città è a Palermo, con un rialzo del 12,9%, seguita da Torino, con il 7,7% di acquisti in più rispetto allo stesso trimestre del 2021.

Gli incrementi maggiori riguardano le abitazioni con tagli medio-piccoli: gli immobili di quadratura tra i 50 mq e i 115 mq rappresentano la quota maggiore delle transazioni (oltre il 57%), con una variazione positiva di oltre il 3% rispetto al terzo trimestre 2021. Negativo invece il dato per le abitazioni di oltre 115 mq.

Il mercato non residenziale

Per quanto riguarda gli immobili del settore non residenziale (terziario-commerciale, produttivo e produttivo agricolo), si sono registrati 53.767 scambi nel terzo trimestre 2022, con una variazione negativa dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2021. 31.125 transazioni riguardano uffici, negozi e depositi (terziario-commerciale), con una crescita dell’1,3% rispetto allo stesso periodo del 2021. Ancora più consistente l’aumento per le transazioni di uffici e studi privati, con un rialzo del 14,1%.

Infine, positivo l’andamento nelle compravendite dei terreni: il terzo report dell’Osservatorio evidenzia un incremento della superficie scambiata di circa il 6% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno.