Milleproroghe 2023: la nota ANCI con le disposizioni per i Comuni

Focus dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani sulle norme di interesse per gli Enti Locali, tra cui quelle sui dehors e sull'aggiudicazione di interventi di riqualificazione degli edifici scolastici

di Redazione tecnica - 05/01/2023
© Riproduzione riservata
Milleproroghe 2023: la nota ANCI con le disposizioni per i Comuni

Edilizia scolastica, prevenzione incendi, conferibilità di incarichi ad amministratori, autorizzazione all'installazione dei dehors: sono solo alcune delle norme che hanno interessato i Comuni dell’ambito del cd. “Decreto Milleproroghe”, ovvero il D.L. n. 198/2022 recante “Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi” e su cui l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) ha emanato una prima nota sintetica.

Milleproroghe 2023: la nota ANCI con le norme di interesse per i Comuni

Tra le norme del Decreto Milleproroghe 2023 analizzate da ANCI troviamo quelle relative a:

  • Proroga termini assunzioni assistenti sociali (Art. 1, comma 20);
  • Deroga inconferibilità di incarichi a componenti di organo politico di livello regionale e locale (Art. 1, comma 21);
  • Proroga del termine per l’aggiudicazione di interventi edilizia scolastica zerosei (Art. 5, comma 2);
  • Termini per la messa a norma antincendio edifici servizi educativi e scolastici (Art. 5, comma 5);
  • Incarichi temporanei scuole infanzia paritarie (Art. 5, comma 8);
  • Sostegno pubblici esercizi (Art. 7, comma 7);
  • Regolarizzazione delle posizioni contributive INPS (Art. 9, comma 2).

Aggiudicazione interventi edilizia scolastica zerosei: i nuovi termini

Viene spostato dal 31 marzo 2023 al 31 maggio 2023 il termine per l’aggiudicazione degli interventi di messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione o costruzione di asili nido e scuole infanzia di cui al comma 59, L. 160/2019, rientranti nel PNRR, consentendo così agli enti locali beneficiari dei finanziamenti di attuare concretamente gli interventi, anche in considerazione dell’ampio arco temporale registrato dalla pubblicazione delle graduatorie alla sottoscrizione degli accordi di concessione del finanziamento.

Inconferibilità di incarichi a politici: deroga al periodo di raffreddamento

Con il comma 21 dell’art.1 si proroga al 31 dicembre 2023 la possibilità di conferire gli incarichi di cui all’art. 7, comma 1, del decreto legislativo 39/2013, per i componenti degli organi elettivi dei Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti e per coloro che siano stati presidente o amministratore delegato di un ente di diritto privato in controllo pubblico da parte della regione, in deroga al periodo di raffreddamento dei due anni successivi alla cessazione dell’incarico. Il divieto riguarda gli incarichi amministrativi di vertice e gli incarichi dirigenziali nella Regione, gli incarichi di amministratore di ente pubblico di livello regionale e gli incarichi di amministratore di ente di diritto privato in controllo pubblico di livello regionale.

Asili nido ed edifici scolastici: le deroghe per la messa a norma antincendio 

Ne abbiamo già parlato qui, confermando che c’è tempo fino al 31 dicembre 2023 per la messa a norma antincendio degli edifici già esistenti all’entrata in vigore del DM del 16 luglio 2014, al fine di permettere agli enti locali di utilizzare tali risorse anche per l’adeguamento antincendio.

Strutture amovibili: deroghe per i dehors dei locali

Infine, con l’art. 7, comma 7, viene prorogata fino al 30 giugno 2023 l'applicazione delle disposizioni che prevedono la deroga alle autorizzazioni previste dagli art. 21 e 46 del Codice dei Beni culturali per la posa in opera temporanea da parte pubblici esercizi di strutture amovibili (dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni) su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico.

Qui di seguito il link con la nota ANCI completa con tutte le norme dedicate agli enti locali.

Documenti Allegati