PNRR e infrastrutture: le nuove sfide per l’edilizia

Come spiega SAIE, oltre 87 miliardi di euro sono già stati allocati. Campania, Lombardia e Sicilia le regioni con più investimenti programmati

di Redazione tecnica - 10/04/2022
© Riproduzione riservata
PNRR e infrastrutture: le nuove sfide per l’edilizia

Con le risorse messe in campo dal PNRR, si apre una nuova sfida per imprese e operatori nel settore edilizia: non perdere il treno dell’innovazione nelle infrastrutture, che saranno protagoniste di SAIE, la Fiera delle Costruzioni, (BolognaFiere 19-22 ottobre 2022) con tante iniziative speciali.

PNRR e infrastrutture: le nuove sfide dell'edilizia a SAIE 2022

Come confermato dai dati ANCE, già oltre 87 miliardi dei 108 destinati all’edilizia sono stati “territorializzati”, assegnando la quota più ampia degli investimenti a Sud (37,3 miliardi di euro, il 43% del totale) e al Nord (36 miliardi, pari al 41%).

Tanti gli obiettivi da raggiungere: si parla di rivoluzione verde, rigenerazione urbana, innovazione a livello infrastrutturale, sostenibilità. Da questo punto di vista, il PNRR rappresenta una grande opportunità per proiettarsi nel futuro e vede come protagonista la filiera delle Costruzioni, specialmente in alcuni ambiti come l’edilizia scolastica, il recupero, la ristrutturazione e la rifunzionalizzazione ecosostenibile delle strutture edilizie, delle aree pubbliche e delle smart cities. Indubbio quindi che per gli operatori dell’edilizia e dell’impiantistica il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza possa essere quel volano di sviluppo e innovazione che da anni viene invocato: proprio per questo i temi legati al PNRR saranno centrali nella prossima edizione di SAIE, La Fiera delle Costruzioni. Progettazione, edilizia, impianti, organizzata da Senaf, che ritornerà a BolognaFiere dal 19 al 22 ottobre 2022.

SAIE Infrastrutture: le iniziative

In particolare le infrastrutture saranno protagoniste dell’iniziativa speciale SAIE Infrastrutture, il grande contenitore in cui, grazie alla collaborazione con istituzioni, associazioni e partner aziendali strategici, verranno mostrate le eccellenze dei progetti italiani in questo ambito. Ma non solo: grande spazio verrà dato ai momenti informativi grazie a cicli di convegni su tutti i temi più importanti del momento.

All’interno di SAIE Infrastrutture si svilupperanno numerose iniziative dedicate ai singoli comparti, tra cui il Forum Nazionale Massetti e Pavimenti, SAIE InCalcestruzzo e la Piazza SIG – Società Italiana Gallerie.

In particolare, il Forum Nazionale Massetti e Pavimenti, organizzato da Conpaviper - Associazione Italiana Sottofondi, Massetti e Pavimentazioni e Rivestimenti Continui, punto di riferimento per il settore delle pavimentazioni continue. Per la sua terza edizione il Forum ha scelto come sede proprio il SAIE: l’iniziativa avrà un’area dedicata comprendente un’arena eventi, uno spazio dimostrativo per la formazione degli applicatori, lo stand associativo CONPAVIPER e l’area espositiva dedicata alle aziende del settore. Al Forum i principali rappresentanti del settore faranno il punto sulle strategie industriali, l’evoluzione del mercato, la normativa di riferimento e le ultime innovazioni tecnologiche, grazie a convegni, conversazioni e speech aperti al mondo delle aziende. Il tutto partendo dall’assunto che PNRR e bonus sono temi che riguardano tutto il settore delle costruzioni e che la capacità di connettersi e dialogare, che in Italia SAIE offre da oltre cinquant’anni, è essenziale per la crescita.

“Scegliere SAIE come location del Forum, in precedenza sempre organizzato da Conpaviper in modo esclusivo e autonomo, è per noi rappresentanti dell’associazione un forte segnale di apertura collaborativa, nel segno della reciproca proattività – ha commentato Massimo Fumagalli, Presidente di Conpaviper. Essere a SAIE per noi è molto importante per rilanciare e confermare la vitale necessità di connessioni divulgative: in un momento storico come questo, che evidenzia una prepotente metamorfosi tecnica e legislativa, esporre al Forum Nazionale Massetti e Pavimenti nell’ambito di SAIE 2022 è quindi un’opportunità imperdibile per le varie aziende del comparto.”

Torna per il terzo anno SAIE InCalcestruzzo, con un programma ancora più ricco e un’area dedicata alla prefabbricazione. Il progetto avrà un’anima fortemente specializzata, che verterà sulle diverse forme del calcestruzzo: preconfezionato e prefabbricato, per edifici e infrastrutture, per l’ingegneria e per l’architettura.

La manifestazione sarà così suddivisa:

  • Conversazioni, realizzate con il modello talk show da 25 minuti a cui parteciperanno esperti e aziende del comparto;
  • Convegni, organizzati da SAIE in collaborazione con le principali associazioni industriali e tecnico culturali del settore, per affrontare con relazioni e tavole rotonde i temi di attualità delle diverse filiere, tenendo conto del peso del PNRR nel quadro del rinnovamento del patrimonio del Paese.

A queste si aggiungono SAIE Precast, l’area collettiva dedicata alla prefabbricazione, in collaborazione con CTE e l’area dedicata alla formazione, con corsi pratici sui controlli sul calcestruzzo.

Infine, ad arricchire il panel delle iniziative dedicate alle infrastrutture ci sarà anche Piazza SIG - Società Italiana Gallerie, un’iniziativa che valorizza la filiera del tunneling, con contenuti scientifici e presentazione di prodotti, progetti e case history di eccellenza su temi strategici per il settore del tunneling coordinati da SIG, dai gestori di infrastrutture, dalle società di ingegneria e dalle imprese di costruzioni incaricate dei lavori associate. SIG organizzerà, inoltre, una conferenza internazionale che esplorerà gli ultimi progressi e le sfide future per il comparto delle gallerie.

Come ha sottolineato Andrea Pigorini, Presidente di SIG ha dichiarato che la Piazza SIG”-, dedicata ad esperti del settore del tunnelling sarà anche occasione di confronto e approfondimento anche per un pubblico interessato a conoscere alcuni dei più importanti progetti infrastrutturali in corso in Italia come i grandi tunnel ferroviari alpini transfrontalieri (Tunnel di base del Brennero e Tunnel del Moncenisio), le infrastrutture di trasporto urbano (la linea C della Metropolitana di Roma), senza dimenticare la manutenzione sulle infrastrutture, con sessioni che riguarderanno la progettazione e realizzazione di interventi di manutenzione e upgrading delle gallerie esistenti nel nostro Paese