Ultime notizie Superbonus 110%: via libera alle proroghe e al prezzario DEI

È alle battute finali al Senato l'approvazione del ddl di Bilancio 2022. Via libera alle proroghe per il Superbonus senza tetto ISEE per le unifamiliari

di Gianluca Oreto - 22/12/2021
© Riproduzione riservata
Ultime notizie Superbonus 110%: via libera alle proroghe e al prezzario DEI

Prosegue oggi la discussione al Senato del disegno di legge n. 2448, Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024. Una Legge di Bilancio attesissima da tutti per quel che riguarda soprattutto le detrazioni fiscali in edilizia, tra le quali (naturalmente) il superbonus 110%.

Ultime notizie Superbonus 110%: la proroga per le "villette" e i condomini

La situazione è ancora incerta e dovremo attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2022 per poter pianificare correttamente il futuro. Ma il testo approvato dalla Commissione Bilancio, e su cui hanno lavorato alacremente professionisti, costruttori e parti sociali, dovrebbe prevedere delle importanti modifiche alla precedente versione dell'art. 9 del ddl di Bilancio 2022.

Tra queste, una delle più attese riguarda i soggetti beneficiari di cui all'art. 119, comma 9, lettera b) del Decreto Legge n. 34/2020 (Decreto Rilancio) ovvero le "persone fisiche al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni". Per questi soggetti beneficiari dovrebbe essere prevista una proroga al 31 dicembre 2022 con l'unico vincolo di realizzare il 30% dei lavori entro il 30 giugno 2022.

Saltano, dunque, i due paletti inizialmente previsti dal Governo e che prevedevano la proroga limitatamente ai seguenti casi:

  • abitazione principale e tetto ISEE non superiore a 25.000 euro;
  • CILA-Superbonus o altro titolo presentati entro il 30 settembre 2021.

Paletti che avrebbero limitato pesantemente i numero di possibili beneficiari.

Questa proroga riguarda, quindi, le persone fisiche proprietarie di:

  • edifici unifamiliari (le classiche "villette");
  • unità immobiliari in condominio (limitatamente agli interventi trainati);
  • unità immobiliari con accesso autonomo e funzionalmente indipendenti (sia per i trainanti che i trainati).

Confermata anche la proroga prevista per i condomini che dovrebbe arrivare al 2023 senza alcun paletto particolare.

Ultime notizie Superbonus 110%: i prezzari DEI

Altra problematica che la Legge di Bilancio 2022 dovrebbe risolvere riguarda l'asseverazione di congruità delle spese sostenute. È ormai noto a tutti che i prezzari editi dalla casa editrice privata "DEI - Tipografia del Genio Civile" possono essere utilizzati esclusivamente per la congruità degli interventi di ecobonus 110%. La norma li ha esclusi sia per il sismabonus 110% che per tutti gli altri bonus edilizi.

La Legge di Bilancio dovrebbe far rientrare questi prezzari anche per tutti gli altri bonus fiscali. Ciò che si dovrà capire meglio è la decorrenza, perché è evidente che la Legge di Bilancio 2022 avrà decorrenza a partire dall'1 gennaio 2022, quindi le modifiche non potranno valere per gli interventi realizzati nel 2021.

Diligenza e attenzione impongono una corretta valutazione degli interventi realizzati fino al 31 dicembre 2021 per i quali è certa l'impossibilità di asseverare la congruità delle spese per interventi non di ecobonus 110% utilizzando il prezzario DEI.

Deroga al Decreto anti-frode per i piccoli cantieri

Altra importante modifica prevista dall'attuale bozza di Legge di Bilancio riguarda l'applicazione del Decreto anti-frode. Sappiamo che dal 12 novembre 2021, anche i bonus "minori", nel caso di utilizzo con opzioni alternative, necessitano di visto di conformità e asseverazione di congruità delle spese sostenute. La nuova Legge di Bilancio abroga il Decreto Legge n. 157/2021 (Decreto anti-frode) rimettendone tutti i contenuti al suo interno.

Tra le modifiche che hanno inserito, una importantissima riguarda l'applicazione del Decreto anti-frode solo per lavori sopra i 10.000 euro. I piccoli cantieri saranno, dunque, esclusi dai nuovi adempimenti.

Conclusioni

Attendiamo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio prima di fare qualsiasi considerazione definitiva.