ACCORDO STATO E IMPRESE

11/02/2006

1.906 volte
Il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Rocco Buttiglione, e il Presidente ANCE, Claudio De Albertis, hanno presentato il protocollo d'intesa Tutela del patrimonio culturale e interventi edilizi dei privati. Armonizzare le due esigenze per una consapevole salvaguardia territoriale.
Tale protocollo prevede che in caso di intervento in area a potenzialità archeologica, si realizzi un'indagine preventiva adeguata e commisurata alla tipologia delle opere da realizzare, secondo una strategia concordata tra il committente dell'opera e la Soprintendenza di settore.

Per gli interventi in area priva di indicatori archeologici, e qualora si verificassero ritrovamenti fortuiti in corso d'opera, il committente valuterà la possibilità di assumersi gli oneri delle indagini archeologiche che si rendessero necessarie. In entrambi i casi le indagini dovranno essere eseguite sotto la direzione tecnico - scientifica della Soprintendenza.

Il documento presentato individua così forme e modalità di collaborazione per armonizzare le attività di natura privata di intervento e modifica del territorio con le esigenze di tutela del patrimonio. Attraverso la definizione di procedure condivise sarà possibile evitare interruzioni dell'esecuzione dei lavori e l'aggravio dei costi determinato dal ritrovamenti di beni culturali.
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa