Codice dei contratti: Consultazione pubblica fino al 30 settembre 2018

06/07/2018

8.429 volte

È stata attivata la consultazione pubblica finalizzata a raccogliere il punto di vista di pubbliche amministrazioni, liberi professionisti e imprese sulle nuove norme che regolano i contratti pubblici in Italia. La consultazione resterà aperta fino al 30 settembre 2018.

Per partecipare è sufficiente collegarsi alla pagina Consultazione Codice dei contratti, rispondere alle 10 domande e proporre eventualmente delle modifiche puntuali agli articoli della norma.

Consultazione Codice dei contratti pubblici

Ecco le domande:

  1. Sei soddisfatto del nuovo Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n. 50/2016)?
  2. Con il nuovo Codice dei contratti si è conseguita una semplificazione normativa?
  3. Ritieni che l’Autorità indipendente che si occupa di lavori pubblici debba continuare ad essere l’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC)?
  4. È preferibile un unico provvedimento attuativo rispetto ai numerosi presenti nel vigente codice dei contratti?
  5. Le norme relative ad importi sottosoglia dovrebbero discostarsi dalle direttive europee?
  6. Ritieni che il sistema di aggiudicazione dell’Offerta economicamente più vantaggiosa sia utilizzabile sul progetto esecutivo?
  7. Le norme relative ai servizi di architettura e di ingegneria potrebbero essere meglio collocate all’interno di uno specifica parte del Codice?
  8. Ritieni necessaria una riduzione dei requisiti di partecipazione alle gare per professionisti ed imprese?
  9. Ritieni corretto procedere alla riduzione del numero delle stazioni appaltanti?
  10. Ritieni corretto l’utilizzo dell’accordo quadro per i servizi di architettura e di ingegneria?

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa