Superbonus 110%: i dati Enea dimostrano che sta funzionando

Pubblicati da Enea i nuovi dati sull'utilizzo del Superbonus 110% aggiornati al 31 ottobre 2021. Le detrazioni fiscali del 110% stanno funzionando

di Redazione tecnica - 03/11/2021
© Riproduzione riservata
Superbonus 110%: i dati Enea dimostrano che sta funzionando

Il superbonus 110% ha raggiunto il suo obiettivo di riqualificare il patrimonio immobiliare e rilanciare la spesa nel settore delle costruzioni? È la domanda che tutti gli operatori del settore si stanno ponendo negli ultimi giorni, soprattutto dopo che il disegno di Legge di Bilancio 2022 ha avviato il suo percorso di approvazione, tracciando una nuova strada per il bonus 110%.

Il Superbonus 110% dopo la Legge di Bilancio 2022

Il disegno di legge di Bilancio 2022, nella sua prima versione post approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, sta infatti ridefinendo le sorti del Superbonus 110%, indicando una strada con un orizzonte più ampio ma anche modifiche che potrebbero far rivedere in peggio le stime degli effetti della detrazione.

Benché il Governo abbia intenzione di prorogare il bonus di un altro anno per i condomini e gli edifici plurifamiliari posseduti da uno proprietario, non sono piaciute le modifiche che si intende apportare per gli edifici unifamiliari. E stiamo parlando dei beneficiari che fino ad ora hanno utilizzato di più (anche per la maggiore semplicità) le detrazioni del 110%.

Previsti, infatti, due nuovi paletti che ridurrebbero considerevolmente il numero di possibili beneficiari. È stato prevista una proroga oltre il 30 giugno 2022 e fino al 31 dicembre 2022 ma limitatamente alla persone fisiche che alla data del 30 settembre 2021 hanno già inviato al SUE la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA), o, nel caso di demolizione e ricostruzione, le relative formalità amministrative per l’acquisizione del titolo abilitativo.

Altro paletto, che sembrerebbe essere alternativo al primo, riguarda l'ISEE del beneficiario. A prescindere dalla data di deposito della comunicazione o del titolo abilitativo, potranno intervenire sulla loro unità immobiliari adibita ad abitazione principale fino al 31 dicembre 2022, le persone fisiche con ISEE non superiore a 25.000 euro annui.

Superbonus 110%: le statistiche Enea di ottobre sull'ecobonus

Paletti importanti, soprattutto se andiamo a guardare le ultime statistiche pubblicate da Enea relativamente agli interventi di ecobonus 110% fino al 31 dicembre 2021.

Mentre, nel raffronto tra i dati di agosto e quelli di settembre è abbiamo registrato un aumento:

  • di oltre 1,8 miliardi di euro di investimenti ammessi a detrazione;
  • di oltre 1,2 miliardi di euro di investimenti per lavori conclusi ammessi a detrazione;

nel raffronto tra settembre e novembre abbiamo un aumento:

  • di oltre 2,2 miliardi di euro di investimenti ammessi a detrazione;
  • di oltre 1,6 miliardi di euro di investimenti per lavori conclusi ammessi a detrazione.

E mentre tra agosto e settembre il numero di asseverazioni caricate sul portale del Superecobonus di Enea passa da 37.128 a 46.195, ovvero un aumento del 24,4%, nel raffronto tra settembre e ottobre il numero passa da 46.195 a 57.664, con un aumento del 24,8%.

Numeri che dimostrerebbero, ancora una volta, la bontà delle semplificazioni arrivate con il Decreto-Legge 31 maggio 2021, n. 77 convertito con modificazioni dalla Legge 29 luglio 2021, n. 108.

Di seguito una tabella riepilogativa con il raffronto tra agosto, settembre e ottobre 2021.

 
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
N. di asseverazioni
37.128
46.195
57.664
Totale investimenti ammessi a detrazione 
5.685.136.399,19
7.495.428.322,63
9.741.463.273,79
Totale investimenti lavori conclusi ammessi a detrazione
3.910.461.424,26
5.114.321.404,08
6.728.037.844,94
Detrazioni previste a fine lavori
6.253.650.039,11
8.244.971.154,89
10.715.609.601,17
Detrazioni maturate per i lavori conclusi 
4.301.507.566,69
5.625.753.544,49
7.400.841.629,43

I lavori relativi a condomini, edifici unifamiliari e unità immobiliari indipendenti

Per quanto riguarda la suddivisione in funzione della tipologia di immobile anche nel mese di ottobre è possibile evincere un aumento degli interventi realizzati in condominio.

Di seguito una tabella riepilogativa con il raffronto tra agosto, settembre e ottobre 2021.

 
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
N. di asseverazioni condominiali
4.844
6.406
8.356
Tot. Inv. Condominiali
2.650.594.251,95
3.572.821.825,69
4.792.781.011,23
Tot. Lavori Condominiali realizzati
1.585.897.583,68
2.154.175.617,00
2.983.565.045,11
N. di asseverazioni in edifici unifamiliari
19.072
23.654
29.369
Tot. Inv. in edifici unifamiliari
1.874.091.151,86
2.412.523.730,43
3.057.666.085,35
Tot. Lavori in edifici unifamiliari realizzati
1.429.072.894,74
1.833.379.367,61
2.326.819.305,76
N. di asseverazioni in unità immob. indipendenti
13.212
16.135
19.938
Tot. Inv. in unità immob. indipendenti 
1.160.450.995,38
1.510.082.766,51
1.889.860.016,21
Tot. Lavori in unità immob. indipendenti realizzati
895.490.945,84
1.126.766.419,47
1.417.306.064,02

La detrazione media in condominio, edifici unifamiliari e unità immobiliari indipendenti

Cresce anche la detrazione media degli ultimi 3 mesi. Di seguito la tabella riepilogativa.

 
Investimento medio
 
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Condomini
547.191,22
557.730,54
573.573,60
Edifici unifamiliari
98.264,01
101.992,21
104.112,03
U.I. funazionalmente indipendenti
87.833,11
93.590,50
94.786,84